Roma, la spiaggia Tiberis è abusiva: il Comune costretto a smantellarla

Il Ministero dei Beni Culturali ha ordinato al Comune di Roma di smantellare la spiaggia Tiberis perché è abusiva. È costata 240 mila euro.

ROMA – La spiaggia sul Tevere dovrà essere smantellata nei prossimi mesi. L’ordinanza fatta dalla Soprintendenza dei Beni Culturali è arrivata al Comune di Roma che dovrà – dopo solo qualche mese – dire addio a Tiberis. Secondo quanto accertato, la struttura è abusiva ma soprattutto senza permessi.

L’idea del Campidoglio era quella di riqualificare una zona abbandonata negli ultimi anni con campetti sportivi, sdraio ma nelle prossime settimane il tutto dovrà scomparire. Il Ministero ha affermato come “i lavori fatti sul l’argine del fiume sono un fattore di rischio per il paesaggio“. Inoltre – secondo l’ordinanza – il Comune non avrebbe chiesto le autorizzazioni necessarie per finire Tiberis.

La sindaca Virginia Raggi è al lavoro per cercare di risolvere la questione il prima possibile e provare a non smantellare un’opera che è costata ben 240 mila euro.

Virginia Raggi
Virginia Raggi (fonte foto https://www.facebook.com/virginia.raggi.m5sroma/)

Roma, Virginia Raggi: “Dimissioni? Parliamone dopo la sentenza”

Non è sicuramente un momento semplice per Virginia Raggi. Lega e Partito Democratico sono al lavoro per trovare il candidato giusto in caso di elezioni anticipate ma la sindaca non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro: “Dimissioni? Ne parliamo dopo la sentenza – dice ai microfoni di PiazzaPulita – e alla Lega consiglio di iniziare a fare la campagna elettorale tra tre anni perché noi continueremo a lavorare“.

Attraverso i social è partita la mobilitazione a favore del sindaco di Roma. Per venerdì 9 novembre, il giorno prima del processo, si sta organizzando una manifestazione dallo slogan “Sempre con Virginia“.

fonte foto copertina https://twitter.com/AngeloScaduto

ultimo aggiornamento: 31-10-2018

X