Roma, umiliazioni e violenze sugli alunni: arrestata maestra elementare

Schiaffi, ginocchiate e maltrattamenti anche su bambini disabili: varie testimonianze inchiodano una maestra di Roma.

chiudi

Caricamento Player...

Una maestra elementare di cinquantaquattro anni, accusata di compiere violenze fisiche e psicologiche nei confronti dei suoi alunni, è stata arrestata stamane nella Capitale e messa ai domiciliari su disposizione del gip di Roma. Secondo quanto accertato dalla polizia, l’insegnante avrebbe colpito i piccoli studenti con schiaffi in faccia e ginocchiate nella schiena. Ma non solo: la donna avrebbe anche infilato la testa di una bambina con difficoltà psicofisiche nel cestino dei rifiuti.

Violenze sugli alunni, maestra ai domiciliari

A inchiodare la 54enne maestra sono state le testimonianze di colleghi, ex alunni e genitori di alcuni bambini. Le indagini della polizia, come riporta Tgcom24, sono partite lo scorso marzo, dopo lo sfogo di un collaboratore scolastico che aveva assistito a gesti di violenza compiuti dall’insegnante nei confronti di un piccolo studente di sei anni. Dai racconti, riferiscono gli inquirenti, è emerso “un quadro inquietante“. Oltre alle violenze fisiche (che negli ultimi anni erano aumentate), la donna, più volte trasferita a classi diverse, aveva l’abitudine di far stare i bambini con il capo chino sul banco per poter mangiare senza essere disturbata. Insomma, umiliazioni e maltrattamenti: la maestra, come detto, si trova ora ai domiciliari.