Dramma familiare per Ron Ely, il Tarzan degli anni Sessanta: il figlio accoltella a morte la moglie dell’attore, poi viene ucciso dalla polizia.

Grave tragedia per Ron Ely, attore americano noto per avere vestito i panni di Tarzan nelle serie cult della Nbc degli anni Sessanta. Il figlio della star del piccolo schermo ha accoltellato a morte la moglie dell’attore prima di essere ucciso dagli agenti di polizia intervenuti sul luogo del delitto in seguito alle segnalazioni.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Dramma per Ron Ely: il figlio accoltella la moglie poi viene ucciso dalla polizia

La tragedia si è consumata nella casa di famiglia di Ron Ely, in California. Il figlio trentenne dell’attore ha ucciso la madre a coltellate, poi è stato ucciso a suo volta dagli uomini dello sceriffo, arrivati sul posto in seguito alle segnalazioni. Il ragazzo è stato raggiunto da un colpo di pistola.

Ron Ely
Fonte foto: https://it.wikipedia.org/wiki/Ron_Ely

La ricostruzione della tragedia

Secondo la ricostruzione della polizia, gli agenti hanno raggiunto la casa della famiglia Ely dove hanno trovato Valerie Lundeen morta, uccisa a coltellate. I sospetti degli agenti sono ricaduti sul figlio della coppia, che si trovava all’esterno dell’abitazione.

Non sono chiari i motivi e le dinamiche ma gli agenti, ritenendo il trentenne una possibile minaccia per la loro incolumità, hanno aperto il fuoco uccidendo il ragazzo.

Restano da chiarire le dinamiche e le cause che hanno spinto il trentenne ad uccidere la madre e i motivi che hanno portato gli agenti della polizia ad aprire il fuoco contro il figlio del noto attore.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-10-2019


Brexit, unionisti nordirlandesi contro l’accordo. Merkel: “Non siamo ancora al traguardo”

Banksy ha aperto un negozio online, in vendita “arte, prodotti per la casa e delusioni”