Ronaldo: “Io al Milan dopo l’Inter? Non mi pento, rifarei tutto”

Il Fenomeno: “Sono stato fortunato. La partenza di Neymar da Barcellona è stata simile alla mia“.

chiudi

Caricamento Player...

Lunga e interessante intervista rilasciata dal Fenomeno Ronaldo ai microfoni di Veja. Tra i tanti argomenti toccati, anche quello relativo al passaggio di Neymar dal Barcellona al Psg per 240 milioni la scorsa estate. Un trasferimento record dal sapore di tradimento. Ronaldo, che in passato ha vestito la maglia del Milan dopo quella dell’Inter e quella del Real dopo il Barcellona, ammette: “Sono stato molto fortunato e rifarei ancora tutto, non mi pento di nulla. La partenza di Neymar da Barcellona è stata molto simile alla mia. Io andai all’Inter quando il campionato italiano era molto più difficile rispetto a quello francese di oggi. Ma io sono favorevole alle sfide, mi motivano molto. Cosa è successo? Non lo so, non conosco i dettagli: non so cosa ci fosse dietro all’affare, probabilmente qualche problema con la dirigenza del Barcellona, come lo ebbi io“.

Ronaldo e i suoi eredi

Tra i possibili eredi del Fenomeno avrebbe potuto esserci Adriano, persosi invece nel pieno della sua carriera: “Cosa gli è successo? Non ha ricevuto lo stesso aiuto e la stessa guida che ebbi io, ad esempio. Ma io spero che trovi un equilibrio e stia bene, perché la vita calcistica ti rende esausto e passa in fretta. E senza fare gol è ancora più difficile, perché di soldi ne entrano pochi. È un peccato, perché non ha sfruttato appieno il suo talento, era lui il centravanti che poteva continuare la storia dei fenomeni brasiliani in quel ruolo“. Adesso, invece, toccherà a Gabriel Jesus, talentino del City di Guardiola: “Abbiamo una storia simile, sta facendo grandi cose. Siamo molto felici di lui, vedo molto talento e un desiderio a svilupparlo: ne siamo orgogliosi“.