La rosa dell’Australia ai Mondiali di Russia 2018. I Socceroos  vanno a caccia di una qualificazione alla fase ad eliminazione diretta. Spazio ad esperienza e gioventù.

MOSCA (RUSSIA) – L’Australia è ormai una veterana del Mondiale. Dal 2006 i Socceroos hanno sempre ottenuto il pass per la fase finale. In Russia Cahill e compagni proveranno ad eguagliare il miglior successo ottenuto in Germania, cercando la qualificazione agli ottavi di finale. Obiettivo alla portata visto che oltre la Francia, il gruppo comprende Danimarca e Perù.

Australia: il cammino nelle qualificazioni

Non è stato un cammino semplice per gli oceanici. Inseriti nella fascia asiatica, l’Australia ha dovuto superare gironi che comprendevano squadre come Giordania, Kirghizistan, Tagikistan, Bangladesh, Giappone, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Iraq e Thailandia.

Non essendo riusciti a conquistare il pass diretto, i Socceroos sono stati impegnati anche negli spareggi dove prima hanno superato in modo abbastanza fortunato la Siria e successivamente hanno eliminato l’Honduras grazie alla vittoria casalinga.

La particolarità? In panchina c’era Postecoglou. Il tecnico si è dimesso dopo aver ottenuto il biglietto in Russia e al suo posto è arrivato l’olandese Bert van Marwijk, che durante il cammino delle qualificazione era seduto sulla panchina dell’Arabia Saudita.

Mondiali 2018, la rosa dell’Australia

Di seguito la rosa dell’Australia selezionata dal commissario tecnico Bert van Marwijk

Portieri: Mathew Ryan (Brighton), Daniel Vukovic (Genk), Brad Jones (Feyenoord)

Difensori: Aziz Behich (Bursaspor), Milos Degenek (Yokohama Marinos), Matthew Jurman (Suwon Bluewings), James Meredith (Millwall), Josh Risdon (Western Sydney Wanderers), Trent Sainsbury (Grasshopper Club Zurich)

Centrocampisti: Mike Jedinak (Aston Villa), Jackson Irvine (Hull City), Robbie Kruse (VfL Bochum), Massimo Luongo (Queens Park Rangers), Mark Milligan (Al Ahli), Aaron Mooy (Huddersfield Town), Tom Rogic (Celtic)

Attaccanti: Tim Cahill (Millwall), Tomi Juric (FC Lucerne), Mathew Leckie (Hertha BSC), Daniel Arzani (Melbourne City), Andrew Nabbout (Urawa Red Diamonds), Dimitri Petratos (Newcastle Jets), Jamie MacLaren (Hibernians)

Australia: Tim Cahill la bandiera, Daniel Arzani il nuovo che avanza

In casa Australia ci sono tanti giocatori interessanti come Aaron Mooy, Mathew Leckie e Mike Jedinak, ma sicuramente il veterano è Tim Cahill. Nonostante i suoi 38 anni resta un punto fermo della sua nazionale. È stato lui a segnare il primo gol assoluto dell’Australia al Mondiale nel 2006 mentre nelle qualificazioni è stato decisivo con la doppietta contro la Siria.

Da un veterano a un giovane talento. Stiamo parlando di Daniel Arzani, centrocampista offensivo del Melbourne classe 1999. Di origine iraniana, è esploso nel suo club a gennaio. Da quel momento è entrato in pianta stabile nella nazionale. Saranno molti i club che guarderanno con attenzione le sue prestazioni e i suoi dribbling.

Di seguito il video con la rosa dell’Australia

https://www.youtube.com/watch?v=Ibt61dojQrE

fonte foto copertina https://twitter.com/Socceroos

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Australia calcio calcio news mondiali russia 2018

ultimo aggiornamento: 16-06-2018


Golovin, la Juventus mette sul piatto 15 milioni

Calciomercato, Buffon chiama Bonucci al Psg