Rosatellum 2.0, il governo pone la fiducia. Caos in aula e in piazza

La Camera ha approvato il Rosatellum bis. Caos in aula e in piazza con Alessandro Di Battista contestato.

chiudi

Caricamento Player...

ROMA – Il Rosatellum bis dopo aver superato la prova del Senato, ha passato anche l’esame Camera. Il governo ha posto la fiducia sulla nuova Legge Elettorale. Caos in Aula con Movimento 5 Stelle e Mdp che hanno annunciato la loro discesa in piazza nella giornata di domani per protestare contro questa scelta. “I due partiti – dichiara il capogruppo dem Ettore Rosatoche hanno contestato la riforma elettorale chiedendo il  proporzionale sono gli stessi che hanno affossato il modello tedesco“.

Alessandro Di Battista in piazza: prima applausi e dopo fischi

Alessandro Di Battista è sceso in piazza insieme ad altri militanti del Movimento 5 Stelle per protestare contro la Legge Elettorale ma si sono “scontrati” contro altri gruppi riuniti di diversa estrazione: dagli ex forconi del generale Antonio Pappalardo ai no vax, dai leghisti a sostegno del referendum per l’autonomia del Veneto e Lombardia agli indipendentisti neoborbonici con tanto di bandiere del Regno delle Due Sicilie. Tanto che dopo i primi applausi sono arrivati fischi per il discorso di Alessandro Di Battista che aveva scambiato queste persone come semplici  persone che simpatizzano per il Movimento 5 Stelle.