Domani il voto elettronico finale del provvedimento. Napolitano: “Fiducia al governo Gentiloni“.

Il quinto voto di fiducia chiesto dal governo per la riforma della legge elettorale all’Aula del Senato è stato un altro ‘sì’, con 145 voti a favore e 7 contrari. Passa dunque anche l’articolo 6 del Rosatellum, dopo che il 5 era stato approvato senza ricorrere alla fiducia, come riportato dall’Ansa. Il Senato aveva in giornata dato il via libera anche ai primi quattro voti di fiducia chiesti dal governo. Per domani sono previste le dichiarazioni di voto definitive, attraverso il voto elettronico. Poi verrà convocata la Conferenza dei capigruppo per il calendario della finanziaria.

Rosatellum, Grillo in piazza

Una fiducia che non è piaciuta al Movimento 5 Stelle. Beppe Grillo ha preso parte a una manifestazione al Pantheon. “Abbassate le bandiere, qui stiamo facendo una battaglia per tutto il popolo italiano“, le sue parole.

Napolitano: “Singolare far pesare su Gentiloni la responsabilità della fiducia

In Aula al Senato ha preso la parola anche l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: “Singolare e sommamente improprio il far pesare sul presidente del Consiglio la responsabilità di una fiducia che garantisse l’intangibilità della proposta in quanto condivisa da un gran numero di partiti. Il dilemma non è fiducia o non fiducia, anche perché non è mai stata affrontata, neppure dinanzi alla Corte, un’obiezione di incostituzionalità della fiducia. C’è però stato, nell’esperienza italiana, ricorso alla fiducia in occasioni e modalità molto diverse tra loro. Quali forzature può implicare e produrre il ricorso a una fiducia che sancisca la totale inemendabilità di una proposta di legge estremamente impegnativa e delicata? Mi pronuncio per la fiducia al governo Gentiloni, per salvaguardare il valore della stabilità, per consentire, anche in questo scorcio di legislatura, continuità dell’azione per le riforme“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Padoan: “Io governatore di Bankitalia? Lo escludo. Il Pil italiano…”

Bankitalia, il candidato di Gentiloni è Visco