La Route 66, un’icona degli USA on the road

La Route 66 è una delle strade più celebri del mondo e rappresenta un’icona del sogno americano. Oggi è praticamente un monumento storico.

chiudi

Caricamento Player...

Se pensiamo alle icone degli Stati Uniti e del loro stile di vita, senza dubbio una delle prime cose che ci vengono in mente sono le Highway, le immense strade che attraversano il paese, simbolo di un paese in cui le distanze vengono vissute in modo diverso da come le pensiamo noi europei. Fra tutte le strade americane, la Route 66 è senza dubbio quella che colpisce maggiormente l’immaginario collettivo per la sua fama. Per esempio, percorrere la Route 66 in moto è il sogno nel cassetto dei biker di mezzo mondo. E, soprattutto negli ultimi anni, è diventata anche una destinazione turistica, sia per chi ne vuole percorrere solo qualche tratto di particolare interesse, sia per chi la vuole seguire tutta, da Chicago a Santa Monica. Ecco alcune delle informazioni fondamentali su questa celeberrima strada.

La Route 66 non è Coast to Coast!

Contrariamente a quanto è scolpito nell’immaginario collettivo, la Route 66 non corre fra le due coste americane, quella atlantica e quella pacifica. I suoi due estremi infatti sono Chicago, in Illinois, nella regione dei grandi laghi, e Santa Monica, in California. Per definizione, le strade Coast to Coast dovrebbero iniziare nei pressi di uno dei due oceani e terminare nei pressi dell’altro. Alla celebre strada mancano un migliaio di chilometri verso la costa atlantica. Fra le autostrade realmente coast to coast, ricordiamo le U.S. Route 20, U.S. Route 30 e U.S. Route 50, per esempio.

Inoltre, dal 1985, la Route 66 non è una highway, cioè un’autostrada. Con il nuovo Interstate Highway System infatti è stata rimpiazzata, ma continua ad esistere con il nome di Historic Route 66.
Inoltre, oggi non è così semplice percorrerla per intero, se non con una attenta pianificazione (o con una guida), perché alcune parti, dopo la dismissione, sono state utilizzate da altre strade. Lo stato di manutenzione varia da luogo a luogo e, per chi si avventura guidando, può essere davvero un’impresa. Meglio attrezzarsi di tutto punto, anche con una buona assicurazione che preveda fra le altre cose assistenza alla persona e al veicolo.

Route 66: il percorso ha un verso ufficiale di percorrenza

Per quanto possa sembrare curioso per una strada, esiste una direzione ufficiale. La strada infatti inizia a Chicago e finisce a Santa Monica. Il cartello “ufficiale” End of the Trail, fine della strada, oggi si trova presso il Santa Monica Pier, il molo di Santa Monica, a Los Angeles. In realtà il termine ufficiale della tratta era tra Lincoln Boulevard e Olympic Boulevard, sempre a Los Angeles, ma nel 2009 è stato apposto al molo per ragioni di promozione, dopo che le diverse associazioni che tutelano la Route 66 si sono accordate. Chi preferisce risalirla, quindi percorrerla “al contrario”, troverà il cartello a Chicago, fra Jackson Boulevard e Michigan Avenue.

Route 66 Santa Monica
Fonte foto: https://pixabay.com/it/route-66-seligman-autostrada-2472502/

Lunghezza della Route 66 e altri numeri

La tratta originale di questa strada era lunga 3.755 Km, più o meno tre volte l’Italia da nord a sud e fu inaugurata nel 1926. Attraversa 8 stati: Illinois,, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, Nuovo Messico, Arizona e California. Il tratto che attraversa il Kansas è il più breve, solo 13 miglia (circa 20 km), ed è considerato una vera attrazione storica. E’ stata la prima Higway americana interamente asfaltata (negli anni ‘20 e ‘30 le strade interstatali americane avevano il fondo in terra battuta) e i lavori sono terminati nel 1938.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/route-66-seligman-autostrada-2472502/