Rolls-Royce Phantom Serenity

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Già venduta, la one-off Rolls-Royce Phantom Serenity realizzata dal reparto bespoke della Rolls-Royce, ispira relax con i suoi temi floreali, con buona pace al… portafogli.

Si chiama Serenity, come la pace interiore che evoca quando ci si accomoda al suo interno, l’ultima creazione del reparto “personalizzazione” della Rolls-Royce. Realizzata sulla base di una Phantom II passo lungo, pensata come show car in grado di esprimere le potenzialità creative e artistiche degli artigiani della maison britannica, alla fine è diventata una one-off che ha fatto la felicità di una facoltosa cliente della Casa britannica. Il prezzo a cui è stata già venduta l’auto esposta a Ginevra è ancora top secret, come pure l’identità del compratore che, appunto, secondo indiscrezioni raccolte sul campo, dovrebbe essere una donna.

I temi primaverili dell’Oriente sono stati il filo conduttore che ha ispirato i designers di Crewe, che hanno la loro bottega a Goodwood, nella realizzazione di questa vettura. Il ricamo ricorrente riprende raffigurazioni floreali tipiche dell’arte giapponese. Cherica Haye e Michelle Lusby, le artiste laureate in arti tessili che si sono occupate del progetto, hanno preso spunto proprio dai giardini del Paese del Sol Levante per ideare un ambiente che evocasse pace “zen” e spiritualità. I preziosissimi rivestimenti interni sono in legno intarsiato e in seta ricamata e dipinta a mano: la realizzazione di ogni pannello ha richiesto oltre 600 ore di lavoro.

L’esemplare della limousine britannica esposto tra le corsie della rassegna elvetica rappresenta oggi la massima espressione del lusso automobilistico nel Vecchio Continente. Un lusso che piace ma che non basta più “prêt-à-porter”. Secondo i dati diffusi dal Gruppo BMW, proprietario del blasonato marchio, oltre l’85% delle Rolls che vengono ordinate prevedono un livello di personalizzazione accentuato. Il lavoro del reparto Bespoke, insomma, non teme affatto la crisi, anzi. Nel 2014 è cresciuto addirittura del 31%. Si spiega così la volontà della Costruttore di reali e sceicchi di mettere in risalto la capacità di personalizzazione dei suoi artigiani con un’elaborazione unica nel suo genere su un palcoscenico di rilievo internazionale come Ginevra.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 05-03-2015

Redazione News Mondo