La sintesi di Brasile-Svizzera, gara inaugurale per i verdeoro di Tite, squadra favorita per la vittoria finale in Russia 2018.

Giornata di sorprese ai Mondiali di Russia 2018. Dopo la Germania, sconfitta dal Messico, ha steccato inaspettatamente al debutto anche il favoritissimo Brasile di Tite, fermato dalla coraggiosa Svizzera di Vladimir Petković. Un pareggio meritato dalla formazione elvetica, che si candida a possibile sorpresa di questo Mondiale. Troppo evanescente il Brasile che, pur solido in difesa, ha deluso nella costruzione offensiva. Per arrivare alla finale di Mosca servirà altro.

Nel girone E rimane dunque prima in classifica la Serbia, che nel pomeriggio a superato di misura il Costa Rica grazie alla rete del romanista Kolarov.

Russia 2018, Brasile-Svizzera: magia di Coutinho

Davanti ai 40mila dell Rostov Arena, il Brasile di Tite fa il suo debutto nel Mondiale contro la Svizzera di Petković. Dopo una fase di studio, i verdeoro iniziano a spingere, sfiorando il vantaggio al 12′ con Paulinho. Si tratta del preludio per la rete che arriva solo sette minuti dopo: cross di Marcelo, respinge la divesa elvetica ma Coutinho intercetta la sfera e dal limite lascia partire uno straordinario destro a giro imprendibile per Sommer.

La Svizzera prova a reagire, prende in mano il pallino del gioco ma fatica enormemente a concludere dalle parti di Alisson. Così, prima dell’intervallo, è ancora la squadra di Tite a sfiorare il raddoppio, stavolta con un colpo di testa di Thiago Silva, di poco a lato.

Russia 2018, Brasile-Svizzera: Zuber ammutolisce la Seleção

La ripresa si apre con una vera sorpresa: il pareggio della Svizzera. La firma è dell’ala dell’Hoffenheim Steven Zuber, che stacca di testa su un calcio d’angolo battuto perfettamente dall’ex Inter Shaqiri. La rete elvetica fa risvegliare il Brasile che, pur confusamente, ritorna ad attaccare con continuità.

Passano i minuti e la Seleção non riesce a riportarsi in vantaggio. Tite prova a giocarsi diverse carte dalla panchina, gettando nella mischia Fernandinho, Renato Augusto e Firmino. In pieno recupero torna vicinissima al vantaggio la formazione verdeoro, con una conclusione di Miranda nel cuore dell’area che sfiora il palo alla destra di Sommer. Si tratta dell’ultima emozione della partita. La Svizzera conquista un incredibile pari contro il Brasile, che stecca al debutto come l’Argentina di Messi.

Di seguito tutte le informazioni su Russia 2018.

Tabellino Brasile-Svizzera

MARCATORI: pt 19′ Coutinho; st 4′ Zuber

BRASILE (4-2-3-1): Alisson; Danilo, Thiago Silva, Miranda, Marcelo; Casemiro (14′ st Fernandinho), Paulinho (21′ st Renato Augusto); Willian, Coutinho, Neymar, Gabriel Jesus (34′ st Firmino). All. Tite

SVIZZERA (4-2-3-1): Sommer; Lichtsteiner (41′ st Lang), Schar, Akanji, Rodríguez; Xhaka, Behrami  (25′ st Zakaria); Shaquiri, Dzemaili, Zuber; Seferovic (34′ st Embolo). All. Petković

ARBITRO: Ramos (MEX)

AMMONITI: Licthsteiner, Casemiro, Schar, Behrami

Fonte foto: https://www.facebook.com/fifaworldcup/

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Brasile calcio calcio news mondiali russia 2018 svizzera

ultimo aggiornamento: 17-06-2018


Milan, Mirabelli sul mercato: “Non vogliamo illudere nessuno, faremo pochi ritocchi”

Mondiali Russia 2018, Svezia-Corea del Sud: le probabili formazioni