Russia 2018, gruppo F: flop Germania, perde con la Corea e saluta il Mondiale

La sintesi delle ultime due gare del gruppo F di Russia 2018, Corea del Sud-Germania e Messico-Svezia.

La prima clamorosa sorpresa del Mondiale di Russia 2018 arriva dal gruppo F: la Germania campione del mondo perde con la Corea del Sud già eliminata, arriva ultima nel suo girone abbandona mestamente la manifestazione. Un risultato pazzesco che, unito al 3-0 della Svezia sul Messico, qualifica agli ottavi proprio gli scandinavi e i centroamericani.

Russia 2018, gruppo F: Corea del Sud-Germania 2-0

A Kazan la già eliminata Corea del Sud affronta i campioni del mondo della Germania, reduci dalla vittoria in rimonta all’ultimo respiro contro la Svezia. Nonostante l’adrenalina accumulata con quel successo tanto contestato quanto prezioso, gli uomini di Löw non riescono a entrare in campo col giusto piglio, e nel primo tempo non creano alcun pericolo dalle parti dell’estremo difensore coreano, rischiando anzi su alcune ripartenze degli asiatici.

Nella ripresa, complice il caldo e la stanchezza, la partita si assesta su un equilibrio ancora più netto, con la Germania che fa il match ma non punge, nemmeno con l’ingresso di Gomez. La difesa sudcoreana regge, il tempo passa e il risultato contemporaneo della Svezia mette grande pressione ai tedeschi, che sono vincendo si qualificherebbero agli ottavi. Nel finale le occasioni si sprecano da entrambe le parti. Al 90′ da calcio piazzato la Corea trova il clamoroso gol del vantaggio che, inizialmente annullato per fuorigioco, viene convalidato successivamente per l’intervento del Var. La rete che piega i tedeschi porta la firma di Kim Young-Gwom. I campioni del mondo si riversano in attacco, lasciano praterie nella propria metà campo e a porta vuota su un rilancio Son firma anche la rete del 2-0.

Russia 2018, gruppo F: Messico-Svezia 0-3

Il Messico, primo nel girone, affronta a Ekaterinburg la Svezia ferita ma ancora combattiva. Ai centroamericani basterebbe un pari per mantenere il primato, perdendo nettamente rischierebbero la clamorosa eliminazione a favore di svedesi e tedeschi. Anche per questo la partita è viva, per nulla ferma sui binari di un noioso pareggio. Nel primo tempo sono i messicani ad avere le occasioni migliori con Lozano e Vela, ma rischiano non poco sugli attacchi di Berg, che sfiora il vantaggio fermato solo da un clamoroso guizzo di Ochoa.

Nella ripresa gli equilibri si spezzano al 50′: azione prolungata degli scandinavi, cross dalla destra, Claesson svirgola ma la palla finisce sul sinistro di Agustinsson che non sbaglia e porta in vantaggio la propria compagine. Gli uomini di Osorio subiscono il colpo, rischiano tantissimo e al 60′ concedono un penalty per ingenuità di Herrera che atterra in area Berg: dal dischetto è implacabile Granqvist, che porta sul 2-0 gli svedesi. Il Messico sparisce dal campo e al 74′ la squadra di Andersson dilaga grazie a un’autorete di Alvarez. La gara non cambia più, ma nonostante la clamorosa sconfitta il Messico si qualifica come secondo per l’inatteso risultato di Kazan.

Di seguito tutte le informazioni su Russia 2018.

Fonte foto: https://www.facebook.com/WorldCupRussia2018FIFA/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 27-06-2018

Mauro Abbate

X