Russia, c’è il carcere per chi osserva le sanzioni Usa

Russia – Il Parlamento discute un pacchetto di leggi contro le sanzioni occidentali imposte dopo la crisi in Ucraina. Putin ancora più zar?

MOSCA – La Russia risponde alle sanzioni occidentali. Dopo le accuse per l’avvelenamento di un ex spia russa in Gran Bretagna e le sanzioni introdotte in seguito alla crisi in Ucraina, il parlamento russo ha avviato le discussioni su un piano di leggi per contrastare i provvedimenti restrittivi adottati nei suoi confronti da Usa ed Europa.

Russia – Pronto un pacchetto di leggi contro le sanzioni Usa

Il  pacchetto di leggi presentato da Vyacheslav Volodin consente alla Russia di adottare delle controsanzioni da introdurre alle sanzioni imposte da Paesi stranieri.

Il disegno di legge prevede l’introduzione di sei provvedimenti come il divieto o la limitazione di importazioni di prodotti provenienti da alcuno stati occidentali e la sospensione della collaborazione russa nel settore nucleare.

Mosca (Russia)
Mosca (Russia)

Mosca: rispettare le sanzioni statunitensi diventa un reato punibile con la reclusione

Il Parlamento russo vuole aumentare i poteri del presidente e del governo che possono così introdurre sanzioni mirate contro imprese e/o persone fisiche straniere.

Dalla Russia fanno sapere che il nuovo pacchetto di leggi è stato ideato per difendere il paese e i suoi cittadini dalle ingerenze straniere.

Tra i provvedimenti più forti quello di rendere un reato punibile con la reclusione (o con multe fino a 600.000 rubli) osservare le sanzioni assecondando in questo modo i provvedimenti imposti dagli Usa o da altri paesi esteri.

ultimo aggiornamento: 16-05-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X