Il ministro degli Esteri russo ribadisce che la Russia userà armi nucleari solo a scopo difensivo, ma è disposta ad un dialogo.

Nessuna intenzione di procedere verso una guerra, nessun conflitto volontario in vista. La Russia cerca solo una proposta seria per il raggiungimento della pace con l’Occidente. Lo dichiara il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, sottolineando che Putin non ha mai ricevuto alcuna proposta di dialogo che abbia rifiutato, come annuncia falsamente il portavoce del Pentagono, John Kirby.

Vladimir Putin
Vladimir Putin

Non si esclude la possibilità di un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e quello americano Joe Biden a margine del prossimo G20. Lo annuncia il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, spiegando che la Russia accoglie sempre con favore qualsiasi proposta di colloquio finalizzato al raggiungimento della pace.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La Russia aperta al dialogo

Durante un’intervista all’emittente Rossiya 1 Tv, Lavrov ha ribadito che le truppe di Mosca prevedono l’uso di armi nucleari solo a scopo difensivo. “Se dipendesse da noi, il presidente ha detto più di una volta che la nostra dottrina nucleare prevede solo misure di rappresaglia che sono pensate per evitare la distruzione della Federazione russa in seguito a un attacco nucleare o ad altri tipi di attacchi che minacciano l’esistenza stessa dello stato russo”, ha dichiarato Lavrov.

Il ministro spera sulla responsabilità degli “americani e i loro satelliti che dovrebbero dimostrarsi responsabili nelle loro dichiarazioni pubbliche” anziché puntare alla guerra nucleare. La Russia è aperta al dialogo con l’Occidente, ma “sta aspettando una proposta seria”.

Il portavoce del Pentagono, John Kirby, successivamente parla su quella Mosca che avrebbe rifiutato una proposta di Washington di dialogare. Ma “questa è una bugia. Non abbiamo ricevuto alcuna proposta seria di contatto”, ha affermato il ministro Lavrov, che accusa la Gran Bretagna e gli Stati Uniti di aver fatto deragliare i colloqui di Istanbul mediati dalla Turchia.

Colloquio Putin-Erdogan

Giovedì, ad Astana, si terrà l’incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Intanto il ministro Lavrov commenta la possibilità che la Turchia possa ospitare colloqui tra Mosca e l’Occidente.

Secondo Lavrov, “non è la prima volta che i nostri partner pubblicizzano alcune iniziative, richiamano l’attenzione su di esse e poi guardano le reazioni degli altri Paesi. La Turchia, ha rimarcato il capo della diplomazia, avrà a breve una grande opportunità per parlare della sua iniziativa, ma finora non abbiamo sentito altro che l’annuncio pubblicizzato”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 11-10-2022


Ucraina, liberati tutti i minatori bloccati sotto terra a Kryvyi Rih

La ricerca scopre nuovo gruppo sanguigno: si chiama Er