Russiagate, FBI ha perquisito a luglio la casa di Paul Manafort

È avvenuta a luglio la perquisizione da parte della FBI della casa di Paul Manafort, ex presidente della campagna di Donald Trump.

chiudi

Caricamento Player...

WASHINGTON – Escono altre indiscrezioni sul caso Russiagate. Secondo quanto scrive Washington Post a luglio l’FBI ha perquisito la casa di Paul Manafort, ex presidente della campagna di Donald Trump. Il mandato prevedeva la raccolta di documenti e altri materiali utili all’indagine. Il mandato di perquisizione potrebbe essere un messaggio all’ex manager del presidente degli Stati Uniti perché non si aspetti un trattamento di favore da parte della polizia.

L’FBI aumenta la pressione legale di Manafort e Donald Trump consegna 250 pagine di documenti

Mueller – capo dell’indagine – sta aumentato la pressione legale di Manafort raccogliendo sotto la sua autorità tutta una serie di indagini in vari aspetti sia personali che professionali. La paura dell’entourage del manager è che si possa costruire un caso non legato alle elezioni del 2016 ma ad altre cose precedenti.

Intanto Donald Trump Jr. ha consegnato oltre 250 pagine di documenti alla commissione giustizia del Senato americano che indaga sul Russiagate. Due giorni fa la commissione aveva già ricevuto 20.000 pagine dalla campagna del Tycon.

Le indagini proseguono e la situazione di Donald Trump potrebbe peggiorare nei prossimi mesi.