Russiagate, i telefonini di Mifsud nelle mani degli USA?

Russiagate, i telefonini di Mifsud nelle mani degli USA?

Russiagate, l’Italia ha dato i telefonini di Mifsud agli Usa. L’accademico maltese è al centro della controindagine di Barr.

ROMA – Russiagate, l’Italia ha dato i telefonini di Mifsud agli Usa. A dirlo sono i media americani che riportano i legali di Michael Flynn, implicato in questa inchiesta, avrebbe chiesto i dati dei cellulari di una delle figure più importanti di questo fascicolo. Non è ancora chiaro come questi siano riusciti ad entrare in possesso di questo materiale ma ben presto ci potrebbero essere delle novità sulla vicenda.

Russiagate, i telefonini di Mifsdu nelle mani degli Usa

Il professore maltese Mifsud è una delle figure chiavi di questa indagine. L’accademico, che insegna alla Link Campus University di Roma, è al centro dell’indagine condotta da Barr sull’origine del Russiagate che si concentra proprio sull’Italia.

Non è ancora chiaro come questi telefonini siano entrati in posso delle autorità americana e servirà l’audizione al Copasir da parte del premier Conte per provare a ricostruire meglio la dinamica di questa vicenda. Un’inchiesta che nasconde diversi punti misteriosi con il presidente del Consiglio che ha sempre preso le distanze da un possibile coinvolgimento degli 007 italiano. Ma i dubbi restano e il rischio di un possibile scandalo incombe.

Donald Trump
Donald Trump

Giuseppe Conte al Copasir

Grande attesa per l’audizione del premier Conte al Copasir per cercare di chiarire meglio la vicenda. Il presidente del Consiglio dovrà spiegare il presunto coinvolgimento dell’Italia in questo Russiagate e soprattutto il ruolo del professore Mifsud. Proprio su di lui si stanno concentrando le indagini governative americane.

Al momento non si conosce il giorno in cui il primo ministro si presenterà davanti all’autorità guidata dal leghista Volpi. Secondo le ultime indiscrezioni l’incontro dovrebbe avvenire tra mercoledì e giovedì ma la settimana prossima si svelato il programma del Copasir che presto potrebbe ascoltare anche gli altri indagati.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/

ultimo aggiornamento: 17-10-2019

X