Sacchi: “Milan, non si vince spendendo tanto. I tifosi dovrebbero protestare in modo eclatante”

Arrigo Sacchi sulla Nazionale: “Dobbiamo essere ottimisti”

L’ex allenatore del Milan ed attuale opinionista televisivo per Premium Sport, Arrigo Sacchi, è stato intervistato dai microfoni della stampa a margine dell’evento “Festival del Calcio” a Firenze. Queste sono state le sue dichiarazioni: “Il calcio moderno è ancora emozionante? Dipende se lo si vuole così. Dipende anche dalla stampa che dovrebbe parlare più della partita e meno dei risultati. L’Italia e le chance Mondiale? Dobbiamo essere ottimisti. Il calcio deve essere emozioni, spettacolo, bellezza e arte. La VAR? Esiste perché non riconosciamo il merito. Nel nostro calcio vale la furbizia, non il merito. Il calcio è lo specchio della vita, nel bene e nel male”.

Milan, Sacchi: “Bisogna avere idee per vincere, non spendendo tanto”

Altri temi che sono stati trattati dal plurivincitore allenatore rossonero sono stati quelli relativi all’esonero di Carlo Ancelotti dal Bayern Monaco e alla situazione attuale del Milan di Vincenzo Montella. “L’esonero di Ancelotti dalla guida del Bayern Monaco? Mi è dispiaciuto per il Bayern che si è comportato come un club qualsiasi. Il Milan? Nel calcio spesso non serve spendere tanto, ma avere idee – ha poi esclamato Sacchi -. Forse spetta ai tifosi chiedere qualcosa di meglio, anche con proteste eclatanti”.

ultimo aggiornamento: 04-10-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X