L’ex tecnico dei rossoneri, Arrigo Sacchi, ritiene il Napoli favorito ma al tempo stesso crede che i rossoneri possano insidiare gli uomini di Sarri.

Arrigo Sacchi ha vissuto diversi Napoli-Milan tra la fine degli Anni ’80 e l’inizio degli Anni ’90. Ai tempi, azzurri e rossoneri si contendevano il titolo nazionale; oggi gli uomini di Montella sono molto attardati dal vertice, occupano proprio dai partenopei.

Le parole del “Profeta di Fusignano”

Quando Napoli-Milan valeva lo scudetto, sulla panchina del Diavolo sedeva per l’appunto Sacchi. L’ex allenatore dei rossoneri ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport in cui esprime la sua nell’immediata vigilia del match del “San Paolo”: “Che partita sarà? Sono curioso, perché – ha chiosato l’ex ct – dopo una sosta non si sa mai come le squadre riprenderanno il cammino. Il Napoli sta dominando, è vero, ma la vittoria del Milan, in trasferta, sul Sassuolo, potrebbe aver ridato energie ai rossoneri“. Sacchi concorda sul ruolo di favorito degli uomini di Sarri ma al tempo stesso è convinto che quelli di Montella abbiano le armi giuste per insidiare la capolista: “Napoli favorito? Sono d’accordo. Il Napoli è una bellissima macchina, però ha sempre bisogno di viaggiare al massimo per ottenere il risultato. E quando il motore non gira a dovere… Colpaccio del Milan? Non mi sorprenderebbe, sempre che il Napoli non sia al massimo. La squadra di Sarri – ha aggiunto Sacchi – ha un solo modo per raggiungere l’obiettivo: il gioco. Altre strade non ci sono: sui calci da fermo non è formidabile, sulla forza non si può basare. Dunque è soltanto attraverso la velocità della manovra che può mettere l’avversario al tappeto. E se il Milan riesce a rallentare le azioni, può scapparci la sorpresa“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
ivm milan Napoli sacchi

ultimo aggiornamento: 18-11-2017


Serie A, le probabili formazioni di Roma-Lazio

Tavecchio si gioca la carta Galliani per portare Ancelotti in Azzurro