Arrivano i saldi: tutte le date del 2024 per ogni Regione
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Arrivano i saldi: tutte le date del 2024 per ogni Regione

Saldi invernali

Ritorna l’appuntamento tanto atteso dagli amanti dello shopping: i saldi invernali inizieranno il giorno prima dell’Epifania.

Sembra quasi ieri quando le folle riempivano i negozi per il Black Friday. E invece, sono già alle porte i saldi invernali 2024, rappresentando un’opportunità per i consumatori di approfittare di sconti e promozioni. Le date di inizio e fine dei saldi variano da regione a regione, ma la maggior parte la data d’inizio prevista è del 5 gennaio.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Saldi invernali

Via ai saldi 2024 in tutta Italia

Come annuncia Confcommercio, a parte qualche eccezione, i saldi di fine stagione inizieranno il primo giorno feriale prima della Befana, ovvero il 5 gennaio 2024. Variano invece le date che segnano la fine delle vendite in promozione, a seconda delle Regioni.

In partenza nella stessa giornata, l’evento tanto atteso si terrà in Abruzzo, Basilicata, Provincia di Bolzano, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Liguria. Per le altre regioni, potrebbero esserci variazioni o aggiornamenti

In alcune Regioni, però, verrà disposto il divieto di effettuare promozioni nei giorni prima della data prevista.

Quanto dureranno le promozioni?

In particolare, è stata annunciata già la fine dei saldi per la Basilicata, che prevede di tornare ai prezzi standard il 2 marzo 2024, ma non possono essere disposti i saldi nei 30 giorni prima dalla data prevista. Stesso divieto per Campania, Emilia Romagna, Basilicata, Lazio, Lombardia, Marche, Molise (fino anche ai 30 giorni successivi), Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto.

A differenza di altre regioni, in Abruzzo c’è la possibilità di effettuare vendite promozionali in qualsiasi periodo dell’anno: stesso destino per il Friuli-Venezia Giulia (che resta aperta alle spese pazze fino al 31 marzo), Sicilia e Umbria.

In Abruzzo, le promozioni dureranno fino al 4 marzo, come anche in Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Sardegna (con divieto di effettuare promozioni nei 40 giorni prima), e Toscana.

In Calabria i saldi finiscono il 6 marzo 2024. Nella regione il divieto di effettuare promozioni è valido nei 15 giorni precedenti i saldi.

Nel Lazio invece le promozioni durano solo per 6 settimane. In Liguria si va dal 5 gennaio al 18 febbraio 20245, con divieto promozionale valido nei 40 giorni prima del loro inizio. Nelle Marche i saldi finiscono l’1 marzo, come anche per la Regione Piemonte.

Il 28 febbraio 2024 terminano i saldi in Puglia, la Sicilia li termina il 15 marzo, mentre in Umbria la fine è prevista il 5 marzo 2024. Il 28 febbraio 2024 terminano in Veneto, con la Valle d’Aosta che anticipa i saldi al 3 gennaio fino al 31 marzo: qui il divieto promozionale è solo per i 15 giorni prima dell’inizio dei saldi.

In provincia di Trento non è prevista una data di inizio dei saldi, che possono essere organizzati liberamente dagli esercenti. Nella zona di Bolzano dipenderà invece dal distretto.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2023 15:12

Covid e l’influenza durante le feste: “Ci saranno oltre un milione di malati a letto”

nl pixel