Salerno, striscione contro Salvini: la Polizia entra in casa di una donna e lo fa rimuovere

Polemiche a Salerno: la polizia fa rimuovere uno striscione contro Matteo Salvini. Ad Avellino la polizia sequestra il cellulare di una giovane.

Nuove polemiche sul leader della Lega Matteo Salvini e per il suo rapporto con le Forze dell’Ordine. La denuncia arriva questa volta da Salerno, dove una donna, in vista della visita del leader della Lega, ha esposto uno striscione contro il Carroccio.

Agenti della polizia, come testimoniato da alcune foto finite in rete, sono entrati nell’abitazione della signora spingendola a rimuovere lo striscione per evitare conseguenze paventando ipotetici e presunti problemi con la legge legati allo striscione di protesta affisso sul balcone della sua abitazione.

Salerno striscione contro Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/angelomascia

Salerno, la Polizia fa rimuovere uno striscione contro Salvini

Questa Lega è una vergogna“, recita il testo del manifesto affisso fuori da un’abitazione e puntualmente fotografato e finito in rete.

A far discutere è l’intervento della Polizia, con gli agenti che sono intervenuti entrando nella casa in questione convincendola a rimuovere il grande manifesto rosso paventando problemi con la legge. Non sarebbe stata specificata la natura del reato che sarebbe stato commesso.

Avellino, sequestrato il cellulare a una giovane che aveva chiesto un selfie ‘provocatorio’ a Salvini

Ma non è tutto. Ad Avellino infatti le forze dell’ordine hanno sequestrato il telefono a una giovane che, con la scusa di un selfie, si era avvicinata al ministro chiedendogli di rendere conto delle sue offese contro i meridionali.

Matteo Renzi attacca e chiede interrogazione parlamentare

I due fatti di cronaca hanno spinto Matteo Renzi, ex premier ed ex numero uno del Pd, a chiedere un’interrogazione parlamentare per fare luce su quanto accaduto.

ultimo aggiornamento: 08-05-2019

X