Salone del Valentino: ATS Wildtwelve

Il Salone del Valentino si è aperto con la presentazione mondiale di una straordinaria supercar, tutta italiana, che riporta in auge uno storico marchio dell’automobilismo sportivo degli anni Sessanta.

Si chiama Wildtwelve, ovvero (selvaggio dodici), intendendo con “12” i cilindri del motore biturbo a quattro ruote motrici che, coadiuvato da due motori elettrici da 40 kw, consente di scaricare sull’asfalto la spaventosa potenza di 800 CV.

La Wildtwelve è la prima supecar del marchio ATS ((Automobili Turismo e Sport) firmata Torino Design. ATS fu uno storico marchio di F1 degli anni Sessanta, creato da Carlo Chiti e Giotto Bizzarrini quando decisero, con l’aiuto di Romolo Tavoni, di opporre una concorrente italiana alla Scuderia Ferrari. Nacque così la Tipo 100. L’ATS realizzò anche vetture stradali sportive d’alta gamma disegnate da Franco Scaglione.

«Wildtwelve rappresenta la prima supercar marchiata ATS, pioniera di una serie di vetture top level che saranno presentate nel corso del 2016. Con telaio e carrozzeria in fibra di carbonio sarà prodotta in serie limitata di circa 30 esemplari dall’altissimo contenuto tecnologico e prestazionale». Così il p.r. Piero Jacometti, rappresentante del management lussemburghese a capo del gruppo.

Il motore è un V12 di 3.800 cm3 turbo-alimentato, con cambio 9 marce sequenziale automatico, in grado di raggiungere una velocità massima di 390 km/h. Propulsore, telaio e cambio sono di esclusiva progettazione e produzione interna, con componenti meccaniche in grado di offrire altissime prestazioni.

L’affascinante carrozzeria è stata disegnata dal Centro Stile di Torino Design diretto da Giuliano Biasio. Le fiancate creano un guscio che abbraccia il telaio in fibra di carbonio e si collega sulla vista anteriore in un’ala flottante che ha l’effetto di alzare otticamente il frontale e nel contempo consentire l’adeguato flusso d’aria per il carico aerodinamico. La parte di maggiore impatto scenico è rappresentata dal posteriore che ricorda quello di un aviogetto in decollo. Da notare che nessuna vistosa appendice grava sul disegno, ciò che esalta l’aggressiva eleganza d’insieme.

La versione top di gamma sarà completata da sportive di segmento diverso e con differenti fasce di prezzo: dalla categoria premium all’entry level, tutte caratterizzate da una forte personalità, espressione del marchio. In fase di progettazione avanzata anche una vettura da competizione per la pista e una crossover sportiva innovativa sia sotto il profilo tecnico sia di design.

Vai alla scheda tecnica

ultimo aggiornamento: 12-06-2015

X