Salvini contro il libro di Speranza: “Ora penso che valga 500 euro sul mercato nero”.

ROMA – Matteo Salvini ha attaccato duramente Speranza per il libro scritto dal ministro della Salute e mai uscito. “Vi faccio vedere la copertina del libro sulla pandemia – ha detto il leader della Lega in una conferenza in Senato, riportato dall’Adnkronosabbiamo solo quella, perché doveva uscire il 22 ottobre, ma poi ci fu il lockdown. Ora penso che valga 500 euro sul mercato nero. Penso che scrivere che la pandemia è occasione storica per la sinistra sia di una grande volgarità e arroganza. Secondo me è giusto che gli italiani leggano cosa il loro ministro della Salute stava ipotizzando in piena pandemia“.

Salvini: “Stiamo lavorando ad un boom economico”

Salvini è ritornato anche sul luogo della Lega in questo esecutivo. “Il nostro rapporto con Draghi è cordiale e franco – ha assicurato il leader di via Bellerio – se dovevo andare a mettere la carta da parati per conto del Governo, no grazie“.

Io sto in questo esecutivo per aiutare il Paese e ci siamo per rimanerci – ha aggiunto – stiamo lavorando ad una estate post-bellica. Deve essere l’inizio di un Rinascimento sia economico che mentale“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Salvini su ‘Io apro’: “Da ministro avrei autorizzato la manifestazione”

L’ex ministro dell’Interno è ritornato anche sulle proteste dei ristoratori di questi ultimi giorni. “Da ministro – ha aggiunto – avrei autorizzato quel corteo: io sono sempre per la libertà di manifestare. E sarei sceso in piazza anche con i miei agenti”.

Da parte del leader della Lega, quindi, la posizione non cambia. Aperture dove possibile già nei prossimi giorni senza aspettare maggio. E si rischia un nuovo scontro all’interno della maggioranza. Dal Pd, infatti, è stata ribadita la necessità di riaprire solo dopo la vaccinazione degli over 60. E il braccio di ferro potrebbe continuare per diverse settimane.


“Riaperture dal 1 maggio”

Il Governo accelera sui ristori: scostamento da 40 miliardi