Salvini svela: "Il missile neonazista di Torino era indirizzato a me"

Salvini svela: “Il missile neonazista di Torino era indirizzato a me”. Digos e Procura lo smentiscono

Matteo Salvini sui social svela: “Il missile neonazista era indirizzato a me. Sono contento di aver contribuito a scoprire questo arsenale”.

TORINO – Matteo Salvini nel mirino del gruppo neonazista fermato a Torino nei giorni scorsi. A dirlo è lo stesso vicepremier sui social: “L’ho segnalati io – precisa il ministro dell’Interno – facevamo parte delle tante minacce di morte che arrivavano ogni giorno. I servizi segreti parlavano di un gruppo ucraino che attentava alla mia vita. Sono contento sia servito a scoprire l’arsenale di qualche demente“.

Il leader della Lega smentisce la matrice politica: “Penso di non avere mai fatto nulla di male agli ucraini. Ma abbiamo inoltrato la segnalazione e non era un mitomane. Non conoscono i filonazisti ma sono contento quando si beccano questi tipi di persone“.

Di seguito il tweet di Matteo Salvini

Digos e Procura smentiscono il leader della Lega

Il Ministro è stato smentito dalla Digos e dalla Procura che hanno fatto sapere che nel corso delle indagini non sono emersi riscontri con quanto riferito da Salvini. Non ci sarebbero quindi prove del fatto che il missile fosse indirizzato al leader della Lega o rientrasse tra le armi utili per eliminarlo nel corso di un attacco pianificato.

Matteo Salvini minacciato di morte

Il blitz dei carabinieri ha permesso lo smantellamento di questa cellula terroristica che – secondo le ultime indiscrezioni – attentava alla vita di Matteo Salvini. Il ministro dell’Interno ha detto di essere venuto a conoscenza di questa cosa solo grazie ad una delle tante minacce di morte che gli sono arrivate negli ultimi periodi.

Il leader della Lega – come ha testimoniato anche lui sui social – è molto spesso vittima di minacce da parte di gruppi anarchici e non solo. E una di queste ha portato alla scoperta di questo arsenale che poteva procurare diverse vittime in Italia e non solo.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Matteo Salvini e la lotta alla mafia e ai gruppi anarchici

Dalla sua elezione Matteo Salvini ha deciso di intraprendere una dura battaglia contro gruppi anarchici e la mafia. Proprio questa linea lo ha fatto diventare uno dei principali destinatari delle minacce di morte tanto che è stata decisa di riservargli una scorta per evitare possibili attentati che possono essere preparati da un momento all’altro.

ultimo aggiornamento: 16-07-2019

X