Open Arms soccorre duecento migranti in mare e chiede di attraccare in Italia. Salvini: “I porti italiani sono chiusi, per i trafficanti di esseri umani e per chi li aiuta la pacchia è finita”.

ROMA – Riprende il braccio di ferro tra le Ong e il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini. Proactiva Open Arms, dopo aver recuperato duecento migranti e incassato il no di Malta, ha chiesto ospitalità all’Italia. Immediata la risposta del leader del Carroccio che ha negato all’imbarcazione la possibilità di attraccare nei porti italiani. L’imbarcazione ha attraccato in Spagna.

Open Arms
fonte foto https://twitter.com/openarms_fund

Open Arms soccorre duecento migranti in mare e chiede di farli sbarcare in Italia. Salvini: “Porti chiusi, per i trafficanti di esseri umani la pacchia è finita”

Open Arms avrebbe richiesto alle autorità italiane il permesso per attraccare in uno dei porti a disposizione. La risposta è arrivata direttamente dal ministro Matteo Salvini. “La nave Open Arms, di Ong spagnola con bandiera spagnola, ha raccolto 200 immigrati e ha chiesto un porto italiano per farli sbarcare, dopo che Malta (dopo aver fatto giustamente sbarcare una donna e un bambino) ha detto di no. La mia risposta è chiara: i porti italiani sono chiusi! Per i trafficanti di esseri umani e per chi li aiuta, la pacchia è finita“.

Di seguito il post condiviso da Salvini sulla propria pagina Facebook

Soccorso un neonato: è stato recuperato dalla Guardia Costiera di Malta

Tra le persone tratte in salvo dall’ong anche un neonato, soccorso dalla Guardia Costiera maltese dopo l’appello dei soccorritori che hanno richiesto l’intervento immediato delle autorità per trasportare il bambino sulla terraferma per le cure mediche.


Manovra, i pensionati in piazza. Conte: per la legge Fornero sono stati in silenzio

Benevento, pedofilo ucciso in un agguato: fermate due persone