Sampdoria-Milan, Tomasson e Shevchenko in versione show al “Ferraris”

Nel campionato 2003/04, i rossoneri vanno alla caccia dello Scudetto. Sampdoria-Milan, alla settima giornata, viene decisa da Tomasson e dalla doppietta di Shevchenko e l’undici di Ancelotti mette in campo tutte le sue qualità.

chiudi

Caricamento Player...

Il 2003/04 è l’anno del ritorno allo Scudetto per il Milan. I rossoneri, nella precedente stagione, hanno vinto la Champions League e la Coppa Italia e, a fine agosto, arriva anche il successo della Supercoppa Europea. I nuovi propositi per la formazione di Ancelotti vedono il campionato al primo posto, oltre alla difesa dei titoli già vinti. Il Diavolo ha in più Cafu, Pancaro e l’astro nascente brasiliano Kakà.

Avvio al massimo

La partenza del Milan è di quelle importanti: vittoria a Ancona, successo sul Bologna, pareggio a Perugia, poi Lecce, Inter e Lazio al tappeto. Sedici punti su 18 disponibili. Inizia così un testa a testa con Roma e Juventus.

Show al “Ferraris”

Il 26 ottobre 2003, alla settima giornata, c’è Sampdoria-Milan. Il match è insidioso e sul capoluogo genovese scende una pioggia copiosa che potrebbe penalizzare la tecnica dei rossoneri. Ancelotti manda in campo Shevchenko e Tomasson in attacco con Rui Costa sulla trequarti. Dopo un rischio iniziale, i rossoneri iniziano a girare a pieni giri: Rui Costa impegna per due volte Antonioli. Poi al 38′, Simic arriva per primo su un pallone vagante e mette in mezzo per Tomasson che gira in rete a porta semi-vuota! Doni e Diana provano a reagire ma al 59′ il Diavolo cala l’azione che chiude Sampdoria-Milan: Serginho scambia in triangolazione prima con Seedorf e poi con Tomasson prima di servire Shevchenko che batte ancora il portiere blucerchiato di sinistro! L’azione è a dir poco spettacolare. Nel recupero, il Milan trova il tris: Tomasson tira di sinistro, Antonioli devia e sul pallone piomba Kakà che rimette in mezzo dove Shevchenko insacca di testa da due passi!