Sampdoria-Milan, Vincenzo Montella in conferenza stampa LIVE

Serie A TIM, vigilia di Sampdoria-Milan: Vincenzo Montella in conferenza stampa, il live.

chiudi

Caricamento Player...

L’importanza dei veterani – Ci aspettiamo molto da Biglia, Bonucci ma anche Kalinic e Zapata che sta facendo benissimo. Sono trainanti per i giovani, non so quando e quanto vorrò farli riposare”.

Tanti gol nel primo tempo – Anche questo è un dato che va rapportato al livello degli avversari. È un dato positivo da mantenere nel tempo“.

Inzaghizzazione di André Silva – Lo vedo sempre in miglioramento. Sono sereno. Quando vienei pagato una determinata cifra aumentano le responsabilità e le aspettative. Il ragazzo deve abituarsi al nostro campionato ma ha avuto un inizio importante. Kalinic? Lui e Cutrone saranno importanti. Lui ha più esperienza ma ci sarà bisogno di tutti. Al momento è quello che può dare qualcosa in più“.

Sull’identità del Milan – Siamo la squadra più giovane del campionato italiano e sappiamo che non è facile. È presto per parlare di una dimensione reale della squadra. Serve ancora una crescita tattica notevole per i nostri obiettivi ma siamo sulla buona strada. Insostituibili? Qualcuno ha più bisogno di giocare, altri di riposare. Grandi differenza tra grandi e piccole? Le squadre di vertice hanno fatto quasi tutte un mercato importante, credo che andando avanti la competitività si alzerà e si farà dura“.

Poco possesso palla – Ci sono tanti luoghi comuni. Siamo i secondi dopo il Napoli per possesso palla, siamo la squadra con più tiri fatti e meno subiti. Se dovessimo essere giudicati in base ai numeri parleremmo di grandissimo Milan. Rigorista? Probabilmente sarà ancora Rodriguez“.

Tornover – Sicuramente abbiamo pochi giocatori che possono giocare ogni tre giorni. Cerco di mettere in campo la squadra migliore, ci sarà turnover ma non so in che misura“.

Sulla gara – Le prossime partite saranno impegnative, incontreremo squadre di alta classifica. Il nostro futuro lo costruiamo da ieri e continueremo a costruirlo da domani. Arriviamo con una classifica soddisfacente, ci auguravamo un inizio di questo tipo. Ora il livello si alza e dobbiamo prepararci a questo a livello mentale e tattico. Suso? Non ha bisogno di parole da parte mia, ha giocato benissimo l’anno scorso sull’esterno ma credo che dobbiamo segnare di più per arrivare in Champions e lui ha le qualità per poterlo fare. Deve ambientarsi mentalmente per questo spostamento di dieci metri. Zapata contro Zapata? Dipende chi gioca“.

Sarà una partita delicata, difficile sul piano tattico e ci sarà bisogno di lucidità mentale per leggere bene le situazioni che ci saranno. La Sampdoria si difende bene, sarà fondamentale muovere la palla velocemente, giocare sugli esterni e attaccare la profondità. Calci da fermo? L’anno scorso siamo stati i terzi, mi sembra che il trand sia lo stesso. Abbiamo preso buoni battitori“.

Consueto appuntamento di vigilia per il tecnico rossonero Vincenzo Montella, in conferenza stampa pre Sampdoria-Milan, una sfida delicata e complicata che potrebbe consacrare i rossoneri oppure rigettarli nell’occhio del ciclone riaccendendo le aspre critiche scoppiate dopo la sconfitta con la Lazio di Simone Inzaghi. Da quei novanta minuti il tecnico rossonero ha cambiato uomini e modulo e dato alla squadra, se non un bel gioco, almeno una compattezza.