San Lorenzo e le stelle cadenti, non è la notte giusta per vederle

Oggi è il giorno dedicato a San Lorenzo, ma per vedere le stelle cadenti bisogna aspettare la notte tra il 12 e il 13 agosto.

chiudi

Caricamento Player...

Tutti in spiaggia o in montagna, possibilmente lontano da fonti di luce artificiale, rigorosamente col naso all’insù. Occhi aperti, mi raccomando: questa è la notte di San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti. Il 10 agosto è una delle date più romantiche del calendario, ma non solo: è il giorno della speranza, dei buon auspici, dei desideri. Il problema, però, è che stanotte sarà difficile scorgere in cielo le famose “Perseidi”, ovvero lo sciame meteorico che ogni anno, più o meno di questi tempi, illumina e fa sognare il nostro Pianeta.

Notte di San Lorenzo, lo spettacolo delle Perseidi

L’appuntamento, infatti, non è esattamente per il 10 agosto, giorno dedicato al Santo spagnolo: il picco massimo di visibilità, riferiscono gli esperti, è previsto a partire dalla serata del 12 agosto, dal tramonto fino all’alba del 13. Ma cosa sono, di preciso, le stelle cadenti di San Lorenzo? Si tratta, come detto, di uno sciame meteorico generato dal passaggio della cometa Swift-Tuttle, che incrocia il nostro pianeta ogni anno in questo periodo. Sono le cosiddette “Perseidi”, che illuminano il cielo notturno d’agosto. E allora, tutti col naso all’insù ma… aspettate ancora qualche giorno.