Esplosione in un supermercato a San Pietroburgo. Evacuate oltre 50 persone mentre 4 sono rimaste ferite. I servizi di emergenza sono sul posto.

AGGIORNAMENTO 19:22 – L’ordigno scoppiato all’ingresso del supermercato ‘Perekrestok‘ nello shopping center Gigant Hall di San Pietroburgo, dove si trova l’area che ospita gli armadietti usati per depositare borse e valige, aveva un potenziale esplosivo pari a 200 grammi di tritolo e conteneva materiale letale, come ad esempio chiodi o bulloni.

SAN PIETROBURGO (RUSSIA) – Attimi di paura a San Pietroburgo. Nel pomeriggio davanti ad un supermercato c’è stata un’esplosione che ha provocato il ferimento di 10 persone mentre altre 50 sono state evacuate. L’agenzia di stampa russa Tass ha contattato un funzionario del Dipartimento Locale del Ministero delle Emergenze: “C’è stato – ha dichiarato – un botto. I servizi di emergenza sono già sul posto: l’evacuazione è stata completata e non c’è stato nessun incendio”.

Esplosione a San Pietroburgo, nessuna ipotesi esclusa dagli inquirenti

La situazione sembra essere tornata alla normalità anche se l’allerta rimane molta alta. La polizia al momento non esclude nessuna ipotesi e sta cercando di individuare i motivi di questa esplosione.

Nelle prossime ore  intanto il Comitato Investigativo russo ha aperto un’indagine criminale per tentato omicidio. L’ipotesi terrorismo al momento sembra remota ma sicuramente non viene esclusa visto che in passato l’Isis ha già colpito alcune città russe.

Non sono stati giorni molto felici per la Russia visto che proprio il 25 un autobus a Mosca è terminato sulle scale della metro provocando ben 4 morti e una decina di feriti, per fortuna non gravi.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Esplosione esteri primo piano San Pietroburgo

ultimo aggiornamento: 27-12-2017


Attentato a un oleodotto in Libia, il prezzo del petrolio sale

Corea del Nord, Trump: “Niente soluzione se la Cina gli vende petrolio”