San Siro, il Milan ricava circa 35 milioni l’anno

La Juve guadagna almeno 15 milioni in più a stagione. I due club di Milano non hanno più dubbi: San Siro va abbattuto per lasciare spazio a uno stadio nuovo.

San Siro, Milan e Inter accelerano sulla demolizione e la costruzione di un nuovo stadio. Come riporta il Corriere della Sera, l’ipotesi di ristrutturare il Meazza sta perdendo quota. Le motivazioni sono tante: costi alti, tempi molto più lunghi, mancati introiti e non solo: le due squadre sarebbero costrette a giocare ogni settimana in un impianto a capienza ridotta oppure trovare una nuova sede.

Insomma, tutte le strade portano all’abbattimento di San Siro, ma costruire la nuova arena non sarà facile. La prossima settimana, Milan e Inter si vedranno per poi chiedere al sindaco Giuseppe Sala un incontro. Tra i punti legali da discutere ce n’è uno particolarmente importante, ovvero come indennizzare il Comune di Milano, che con la demolizione del Meazza perderebbe un asset a bilancio (la Corte dei Conti non lo permetterebbe). Insomma, va trovata una soluzione.

Milan e Inter stanno preparando delle proposte per superare il problema. Nel frattempo, l’argomento continua a spaccare in due non soltanto la città ma un po’ tutti gli sportivi italiani, la politica e gli addetti ai lavori. C’è chi vorrebbe salvaguardare il vecchio stadio, la sua storia e il suo fascino, e chi non avrebbe problemi a buttarlo giù per far spazio a uno stadio nuovo e moderno.

Leonardo Serge Gnabry Saint-Maximin Everton
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Milan, Leonardo: “Pensiamo a uno stadio europeo”

Perché la tradizione conta, è vero, ma non si sposa con i bilanci, soprattutto nel calcio. Basta guardare i numeri: come riporta La Gazzetta dello Sport, il Milan, nella scorsa stagione, ha ricavato 35 milioni di euro da San Siro, una quindicina in meno della Juve (che ha un impianto più piccolo, ma di proprietà) e un quarto rispetto al Barcellona.

Al termine di Sampdoria-Milan, il direttore tecnico rossonero Leonardo è intervenuto sulla questione ai microfoni di DAZN: “Non è solo una nostra idea, ma è quella di qualsiasi squadra di alto livello. Il Milan è da sempre all’avanguardia, ma è complicato perché subentrano molti protagonisti. È normale che un club come il nostro pensi a un impianto “europeo” che permetta di inserire nuovi introiti e soluzioni diverse”.

Le immagini di Milan-Inter 2-3 giocata al Meazza:

ultimo aggiornamento: 31-03-2019

X