San Siro, tra riqualificazione e preoccupazione: lo stadio divide il quartiere

San Siro, tra riqualificazione e preoccupazione: lo stadio divide il quartiere

La Gazzetta ha affrontato “l’altro derby” di San Siro: quello tra la spinta per la riqualificazione e la preoccupazione per il nuovo impianto

La decisione del Comune in merito al pubblico interesse sui progetti per il nuovo Stadio di San Siro è attesa entro fine mese. Si tratta di una scelta molto importante che Milan e Inter aspettano per capire quale sarà il destino della loro idea. La volontà delle due società è quella di creare un San Siro più piccolo e funzionale, abbattendo lo storico Meazza e creando attorno allo stadio una zona residenziale. Nel quartiere, intanto, fervono le discussioni in merito al destino dello stadio. Un vero e proprio derby tra chi spinge per la riqualificazione e chi, dall’altra parte, mantiene la preoccupazione per il proprio futuro.

San Siro è un quartiere diviso

Il derby si gioca qui – ha scritto la Gazzetta nell’edizione odierna – nel quartiere a nord-ovest del Duomo. Tra chi appoggia il progetto che prevede uno stadio da 65mila posti, la demolizione del Meazza e un “distretto intrattenimento che cambierà l’intera zona” (così dicono i club); e chi, invece, considera il piano di Inter e Milan una speculazione e non vuole buttare giù lo stadio, invocandone la possibile ristrutturazione bocciata dalle società“.

Un quartiere già diviso, dove la linea di confine ideale è la strada lunga e dritta che il tram numero 16 percorre in direzione stadio, lasciandosi alle spalle piazzale Zavattari. A destra c’è la zona residenziale, ci sono gli attici con piscina dei calciatori e c’è lo stadio. A sinistra ci sono le case popolari occupate, ci sono le vie che soffrono e la sagoma di San Siro si intravede tra i palazzi. Due mondi a solo un chilometro di distanza: in mezzo, il Meazza“.

Nuovo San Siro Manica
Il progetto di Manica+Sportium (fonte foto: https://www.nuovostadiomilano.com)

Riqualificazione vs preoccupazione: il derby di San Siro

Sono i residenti delle case popolari ad essere maggiormente preoccupati. La riqualificazione immaginata dai club, infatti, non riguarderebbe la zona più povera del quartiere, lasciata nuovamente ai margini. I due club, anche tramite un questionario online votato dal 40 mila persone, stanno invece cercando di far capire ai cittadini che la riqualificazione farà bene a tutto il circondario, costituendo una vera e propria rinascita per San Siro. Al momento c’è una sola certezza: la strada, per Milan e Inter, non sembra affatto in discesa.

ultimo aggiornamento: 15-10-2019

X