Coronavirus, Sandra Zampa: “I protocolli che abbiamo sottoscritto parlano chiaro, il campionato di Serie A deve essere sospeso”.

Sandra Zampa, sottosegretario alla Salute, non ha dubbi: il campionato di Serie A deve essere sospeso. I protocolli parlano chiaro e lasciano pochi dubbi, secondo Zampa.

Stadio Olimpico
Stadio Olimpico

Zampa sui casi di coronavirus in Serie A: “Sospendere il campionato”

Intervenuta ai microfoni di Radio Capital Sandra Zampa ha commentato i 14 casi di coronavirus nel Genoa evidenziando come i protocolli prevedano la sospensione del campionato.

“Quando c’è un numero di positivi così alto, non si può che fermare il campionato. I positivi non sono in grado di giocare, e possono contagiare altre persone. Il protocollo è stato sottoscritto anche dalla Federazione calcio”, ha evidenziato Sandra Zampa come riportato dall’ANSA.

Le dichiarazioni del sottosegretario arrivano a poche ore di distanza da quelle del Ministro dello Sport Spadafora, che aveva fatto sapere che al momento non ci sono le condizioni per la sospensione del campionato. Si prospetta quindi un duro confronto anche al governo, chiamato a monitorare la situazione con grande attenzione.

Serie A

No ai tifosi negli stadi

Per quanto riguarda la presenza di tifosi sugli spalti, la Zampa ha ribadito la posizione del Cts, ribadendo che il Comitato Tecnico Scientifico resta contrario alla presenza di tifosi sugli spalti.

Dal mondo del calcio arrivano ovviamente pressioni per il ritorno dei tifosi allo stadio. La proposta arrivata dalle Regioni era quella di alzare il limite di accesso al 25 per cento della capienza dell’impianto. Proposta fermamente bocciata dagli esperti del Comitato Tecnico Scientifico.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio coronavirus Inter Juventus milan politica Serie A sport

ultimo aggiornamento: 30-09-2020


Usa 2020, duello tv Trump-Biden a suon di insulti! Il dem: “Sei un clown”. Il presidente: “In te nulla di intelligente”

Pompeo a Roma, incontri con Conte e Di Maio. Scontro con il Vaticano: Vogliono strumentalizzare il Papa