La polemica social innescata dalla frase di Sara Pinna sul piccolo tifoso del Cosenza è stata calmata dalla stessa conduttrice.

Gli sfottò tra tifosi sono normali, nel calcio. Basti pensare alla vittoria di Conference League della Roma, che ha causato un mare di cori contro i cugini biancocelesti – talvolta anche eccessivi – oltre ai derby che causano diverbi tra i tifosi delle due compagini in lotta per la vittoria. Ebbene, qualche volta si va troppo oltre. È questo il caso della frase della conduttrice di un programma calcistico di un’emittente veneta, Sara Pinna, che ha pronunciato una frase dai contorni razzisti nei confronti di un piccolo tifoso del Cosenza.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le scuse

Ribadisco “le mie scuse al bambino, alla sua famiglia, ai tifosi del Cosenza e a tutti coloro che si sono sentiti offesi per una frase sbagliata che non rispecchia in alcun modo il mio pensiero e la mia sensibilità, io stessa sono di origini sarde, in Veneto per lavoro dei miei genitori, quindi non vi erano in me le intenzioni maligne che mi vengono attribuite dai numerosi commenti sui canali social, molti dei quali hanno oltrepassato ogni limite di decenza e di legge, ma di questo si occuperà nelle sedi opportune la magistratura”. Queste le parole di Sara Pinna in merito alla controversia generata dalle sue parole contro un piccolo tifoso del Cosenza.

Calciatore pallone
Calcio

Il fatto

Dopo la vittoria per 2-0 del Cosenza sul Vicenza, con i veneti retrocessi in Serie C, il bambino aveva detto: “Lupi si nasce!”, e la conduttrice ha replicato “ma gatti si diventa, tanto verrete tutti in pianura a cercare lavoro”. Un’affermazione certamente figlia del clima legato alla retrocessione, ma ingiustificabile. L’emittente, però, ha confermato che non licenzierà la conduttrice. Le parole finite nell’occhio del ciclone sono state pronunciate durante il ‘terzo tempo’ di una partita meritatamente vinta sul campo dal Cosenza, a cui vanno i complimenti e gli auguri per un altro campionato ricco di soddisfazioni e successi da tutto il team di Diretta Biancorossa. Dopo un confronto interno, i vertici di Videomedia hanno accolto le scuse e hanno confermato la fiducia nella professionalità di Sara Pinna. Questa la nota dell’emittente veneta Tva.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-05-2022


Gabrielli: “Per ora nessuna crisi energetica per l’Italia”

Depistaggio Borsellino: poliziotto dichiara “Ho sempre fatto il mio dovere”