Sardegna, fermato foreign fighter italiano

Lotta al terrorismo, fermato un foreign fighter italiano in Sardegna. Stava per partire alla volta della Siria.

Nuova operazione delle forze dell’ordine italiane che continuano nella lotta al terrorismo. Gli inquirenti hanno fermato in Sardegna un foreign fighter italiano residente in Sardegna. Le indagini sono state condotte dalla sezione Antiterrorismo della Polizia e dalla Digos di Nuoro.

Foreign fighter in Sardegna: ritirato il passaporto in via preventiva

Pierluigi Caria, il nome del foreign fighter italiano, avrebbe combattuto con le milizie curde e sarebbe stato in procinto di partire per la Siria. La polizia ha provveduto al sequestro preventivo del passaporto dopo aver perquisito la sua abitazione. L’uomo è al momento in stato di arresto e dovrà chiarire la sua posizione. Gli inquirenti sperano di riuscire a ottenere informazioni sulla possibile esistenza di una rete di mercenari sardi che hanno scelto di arruolarsi nelle vesti di foreign fighter.

Foreign fighter in Sardegna
Fonte foto: https://www.facebook.com/youtg.net/?tn-str=k*F

Arrestato foreign fighter in Sardegna: le indagini degli inquirenti sono partite da una foto diffusa sul web

Le indagini degli inquirenti sono partite da una foto diffusa sulla rete che mostra due miliziani che posano armati davanti a due bandiere. Una della due era quella della regione Sardegna.

L’uomo avrebbe già combattuto in diverse occasioni e sarebbe tornato in Italia sempre senza destare sospetti alle autorità, almeno fino a quel famoso scatto che ha attivato la macchina dell’antiterrorismo in Sardegna allo scopo di rintracciare i combattenti che hanno abbracciato la causa e si sono arruolati nell’esercito dei mercenari.

Arrestati i due miliziani ritratti, gli inquirenti sono risaliti anche al combattente italiano, arrestato dalle autorità. L’uomo dovrà rispondere dell’accusa di associazione con finalità di terrorismo.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 15-09-2018

Nicolò Olia

X