Poco più di un giorno dopo rispetto all’omicidio di Nevila Pjetri, un’altra prostituta è stata trovata morta a Sarzana.

Poco più di 24 ore dopo l’omicidio di Nevila Pjetri, un’altra prostituta è stata trovata morta a Sarzana, comune tra Liguria e Toscana. Parliamo di una ragazza transessuale, probabilmente italiana. Sono stati rinvenuti segni di violenza sul corpo della donna. Il legame con il delitto avvenuto qualche giorno fa, che ha coinvolto Nevila Pjetri, fa pensare a un serial killer che agisce contro le donne che si prostituiscono. Una vicenda decisamente inquietante.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’omicidio di Nevila

Il delitto odierno non è il solo delitto che gli inquirenti si trovano a dover analizzare: ci sono due indagini parallele, con l’omicidio di Nevila Pjetri, avvenuto solo pochi giorni fa, attualmente ancora sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti. La morte di Nevila è avvolta nel mistero, proprio come la morte della prostituta transessuale che non è ancora stata identificata.

Il corpo di Nevila è stato trovato sul torrente Parmignola, tra i comuni di Sarzana e di Luni. Gli inquirenti stanno indagando in zona Marinella, luogo in cui la 35enne si prostituiva da un po’ di tempo, nonché in una zona vicina della Toscana. Lì la donna viveva con il marito, che non sapeva, stando a quanto riportato sui giornali, della “doppia vita” di Nevila.

Omicidio pistola
Omicidio

Si sa con certezza che Nevila è stata picchiata e ha cercato di difendersi, ma poi è stata colpita in testa. Sembra che la causa della sua morte sia stata un colpo di pistola o un punteruolo. Che sia qualcuno del racket della prostituzione l’artefice del delitto? Ed è possibile che questa persona abbia ucciso anche la ragazza transessuale trovata morta oggi? Tutto è possibile. Intanto, gli inquirenti indagano.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 07-06-2022


Lecce, uccise i coinquilini a coltellate: ergastolo per Antonio De Marco

Giallo in Russia: Morti altri due manager russi