Sassuolo-Milan 3-2: tris di Berardi e addio Europa per Inzaghi

Nel campionato 2014/15, Sassuolo-Milan alla terzultima di campionato sancisce la fine della corsa all’Europa per gli uomini di Inzaghi. Al “Mapei Stadium” è ancora Berardi a infliggere il ko ai rossoneri.

chiudi

Caricamento Player...

E’ domenica 17 maggio a Reggio Emilia quando Sassuolo-Milan, gara valida per il 36° turno di Serie A, rappresenta una delle residue speranze per i rossoneri di qualificarsi all’Europa League. Gli uomini di Inzaghi hanno vinto contro la Roma dopo di una serie di cinque partite senza vittorie. Il match contro la formazione di Di Francesco è complicato, anche perché i neroverdi hanno battuto il Milan nella gara d’andata a San Siro e, vieppiù, il “Mapei Stadium” è costato caro a Massimiliano Allegri nel campionato precedente: il 4-3 del gennaio 2014 ha sancito l’esonero del tecnico livornese.

La bestia nera

In quell’occasione, il grande protagonista di Sassuolo-Milan fu Domenico Berardi, giovane attaccante degli emiliani capace di battere Abbiati per quattro volte. E, ancora una volta, il classe ’94 non risparmia la porta rossonera. Al 13′, dalla media distanza, Berardi lascia partire un tiro: il sinistro è centrale ma Diego Lopez non trattiene e per la terna arbitrale il pallone varca la linea di porta. Alla mezzora, poi, Berardi scappa in contropiede e batte ancora lo spagnolo con un mancino al volo.

Reazione rossonera

Il Milan trova subito il gol del dimezza lo svantaggio con un tiro preciso di Bonaventura. I rossoneri ci credono e a inizio ripresa arriva il pareggio: corner dalla destra e Alex svetta più in alto di tutti e batte Consigli. Al 57′, però, il Milan resta in dieci per il rosso a Bonaventura. L’inferiorità numerica stronca le speranze del Diavolo di completare la rimonta e al 78′ Berardi cala il tris. Il Milan perde, finendo in nove (espulso anche Suso nel recupero), e la corsa all’Europa League si interrompe. Come il prosieguo di Inzaghi sulla panca rossonera.