Milan, Montella all’ultima chance contro il Sassuolo. Gattuso in preallarme

In caso di ko contro i neroverdi, Vincenzo Montella verrà esonerato. Il Milan ha chiesto una svolta, soprattutto sul piano dei risultati. Pronto Gattuso per la soluzione interna.

chiudi

Caricamento Player...

Vincenzo Montella non è mai stato così vicino al precipizio da quando siede sulla panchina del Milan. Una serie certamente non positiva tra risultati e prestazioni da parte della banda rossonera hanno messo l’Aeroplanino in una condizione di non ritorno. Il Milan, vittoria sul campo del Chievo a parte, non ha più vinto da fine settembre in gare ufficiali (sofferto 3-2 contro il Rijeka in Europa League, ndr): ko contro Roma, Inter e Juventus, pareggio interno contro il Genoa e doppio 0-0 contro l’Aek Atene. Attacco sterile e inconcludente, difesa non imperforabile e centrocampo non convincente.

Il crinale del “Mapei Stadium”

Domani sera, contro il Sassuolo, Montella va all’all-in per mantenere la panchina del Milan. Come riporta La Gazzetta dello Sport, infatti, il tecnico rossonero è arrivato al famoso punto di non ritorno: in caso di sconfitta contro i neroverdi di Bucchi, l’esonero sarebbe inevitabile. E il “Mapei Stadium” non porta certo bene agli allenatori del Milan…

Il diktat della società

L’ad di via Aldo Rossi è stato chiaro: Fassone chiede i risultati, il gioco non basta. Tra l’altro, la prestazione di Atene è andata di traverso alla dirigenza rossonera.

Gattuso scalda i motori…

Qualora per Montella arrivasse l’esonero, tutte le strade portano alla promozione in Prima Squadra di Gennaro Gattuso. L’attuale tecnico della Primavera conosce bene l’ambiente, è amato dai tifosi ed è molto apprezzato dalla dirigenza milanista per il lavoro svolto con i giovani. Inoltre, sarebbe a costo zero essendo già alle dipendenze del club. Ringhio farebbe da traghettatore in attesa che a giugno il Milan ingaggi un top della panchina. Le indiscrezioni vanno tutte nella direzione di Antonio Conte, ormai a fine corsa con il Chelsea.