Sassuolo-Milan: probabile emergenza attacco, Higuain-Cutrone in forse

Sassuolo-Milan: probabile emergenza attacco, Higuain-Cutrone in forse

Gattuso monitora la condizione delle sue due punte centrali, in vista del match di sabato contro il Sassuolo. Cutrone dovrebbe recuperare, più prudenza su Higuain

Sassuolo-Milan di sabato 30 settembre, per Gennaro Gattuso, è già un importante crocevia. Dopo una sola vittoria nelle prime cinque partite, infatti, l’allenatore ed ex bandiera rossonera è chiamato a dare risposte importanti: non sarà facile farlo contro i neroverdi, finora la più grande sorpresa di questo inizio di campionato. Amnesie difensive a parte, la priorità dell’allenatore calabrese sarà quella di recuperare almeno uno tra Gonzalo Higuain e Patrick Cutrone.

Sassuolo-Milan, le condizioni di Higuain e Cutrone

Secondo la Gazzetta dello Sport, i dubbi principali riguarderebbero proprio il PipitaIl bomber argentino, assente nel match contro l’Empoli per un guaio muscolare, ha svolto anche oggi un allenamento differenziato: lo staff medico userà molta prudenza nel suo caso, dato che il problema interessa anche una vecchia cicatrice.

Sembra invece migliore la situazione di Patrick Cutrone. Il giovane bomber rossonero, già decisivo nella partita casalinga contro la Roma, potrebbe essere dell’incontro. Il numero 63 del Milan ha accusato problemi alla caviglia sinistra, evidenziatisi anche nello spezzone di gara giocato a Empoli. Nel suo caso i medici sono portati a essere più ottimisti, provando così a forzare i tempi di rientro.

Fabio Borini
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Verso Sassuolo-Milan: attacco, quali le alternative di Gattuso?

Nel 4-3-3, ormai classico schieramento di Gattuso, il ruolo della punta centrale è di basilare importanza. Nella malaugurata ipotesi di una doppia assenza da parte di Cutrone e Higuain, dunque, toccherebbe di nuovo a Fabio Borini provare ad occupare quella posizione. L’esterno d’attacco ex Roma e Sunderland, classe 1991, non è sembrato però molto a proprio agio nel match di ieri al Castellani: nonostante questo, l’allenatore calabrese continuerebbe a puntare su di lui.

Borini, al Milan dal 2017, non ha ancora avuto modo di mettersi in luce per le sue doti realizzative. Le statistiche, d’altronde, parlano chiaro: sono soltanto due le reti messe a segno dall’esterno d’attacco in Serie A.

ultimo aggiornamento: 28-09-2018

X