Sbarcati un centinaio di migranti lungo le coste sarde tra la giornata di ieri notte e stamattina. Trasportati nei centri d’accoglienza.

Soltanto nella giornata di ieri 24 maggio 2022, sono sbarcati 98 migranti lungo le coste del su Sardegna. Gli sbarchi sono durati per tutta la notte, fino a stamattina 25 maggio. Alcuni sono di nazionalità tunisina: tra gli extracomunitari anche donne e bambini.

La maggior parte hanno approdato con dei barchini presso l’isola di Sant’Antico, l’isola situata nella punta sud della Sardegna. Le barche di fortuna sono state intercettate dalle motovedette del Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza.

Sardegna

Le autorità competenti hanno trasportato i migranti nella parte abitata dell’isola di Sant’Antioco. Alcuni di loro si trovavano in condizioni di precarie stabilità. Alcuni di loro stono stati trasportati nel centro di prima accoglienza di Monastir, sotto la custodia delle forze armate.

Stanotte, i carabinieri hanno intercettato altri 12 migranti mentre camminavano nella statale 195 situata nei pressi di Pula. Poco più tardi, le forze dell’ordine hanno localizzato altre 13 persone presso la località “Su Portu”. Gli extracomunitari si stavano allontanando dalla spiaggia di Chia a Domus de Maria, dopo essere sbarcati.

Le forze dell’ordine hanno rinvenuto le barche utilizzate per sbarcare a Chia. Le forze armate hanno scortato i migranti a Monastir, nel centro di prima accoglienza.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il docente di Diritto del Lavoro Gianni Loy sulla questione immigrazione

Gianni Loy, docente di Diritto del Lavoro sul fenomeno immigrazione: “Si tratta di un fenomeno complesso. Oggi è indubbio che si viaggi di più rispetto al passato, in tutto il mondo: le migrazioni sono un fenomeno planetario. Non ci sono dati che giustificano apprensione, i dati mostrano un fenomeno fisiologico. La crescita della presenza straniera spesso è rappresentata dai nati: non c’è dunque alcuna emergenza”.

La Legge regionale n. 46 del 24 dicembre 1990, promuove tutte le misure atte a favorire il superamento delle condizioni di svantaggio degli immigrati in Sardegna. Ciò avviene attraverso il finanziamento di iniziative sociali, culturali ed economiche. Queste iniziative permettono di eguagliare il trattamento dei lavoratori extracomunitari a quello dei nativi sardi.

Sono i piani annuali elaborati dalla Consulta regionale per l’immigrazione a favorire l’integrazione degli immigrati. I piani vengono elaborati sulla base delle informazioni raccolte dal competente Servizio dell’Assessorato del Lavoro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 25-05-2022


Zelensky: “Armi all’Ucraina? Investimento per la stabilità del mondo”

Strage in Texas: il discorso contro il senato di Steve Kerr