Scandalo dossieraggio: scoperta rete clandestina di ex militari e funzionari infedeli
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Scandalo dossieraggio: scoperta rete clandestina di ex militari e funzionari infedeli

documenti top secret

Scandalo dossieraggio in Italia: esistenza di una rete clandestina di ex militari e funzionari infedeli coinvolti nella vendita.

Il caso dei presunto dossieraggio sta assumendo proporzioni sempre più ampie, trasformandosi in uno scandalo che minaccia di scuotere le fondamenta della sicurezza e della fiducia pubblica in Italia. Le indagini hanno portato alla luce l’esistenza di una “rete clandestina” che coinvolge ex militari e funzionari governativi infedeli, dediti alla raccolta e vendita di informazioni riservate, tra cui le Segnalazioni di Operazioni Sospette (SOS). Come ripreso da iltempo.it

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

documenti top secret

La squadra fiore: un’organizzazione ombra

Al centro delle indagini emerge la figura del tenente della Finanza, Pasquale Striano, accusato di orchestrare un sistema illecito di raccolta e vendita di dati sensibili. Tuttavia, ciò che preoccupa ancor più è l’identificazione di una organizzazione denominata squadra Fiore. Descritta come una versione reale di un gruppo criminale da film, questa organizzazione vede la partecipazione di ex militari, funzionari infedeli e consulenti esterni, coordinati attraverso comunicazioni crittografate e tecniche sofisticate di spionaggio.

Tecniche avanzate e complicità internazionale

Gli strumenti impiegati da questa rete clandestina includono auto dotate di lampeggianti blu e distintivi ministeriali, utilizzate per monitorare i movimenti finanziari e personali di figure di spicco, con lo scopo di vendere queste informazioni, anche all’estero, a prezzi elevati. L’uso di chat criptate e la gestione delle comunicazioni tramite una società di intelligence francese con base a Roma evidenziano un livello di complessità e di complicità internazionale allarmante.

Il lavoro di Fabrizio Gatti, direttore di Today.it, ha permesso di svelare dettagli inquietanti sull’organizzazione, inclusa l’identità di alcuni dei suoi membri e le modalità di operazione. Le testimonianze raccolte da informatori anonimi e le prove raccolte dagli investigatori giornalistici offrono uno sguardo senza precedenti sulla gravità e l’estensione delle attività illecite.

L’emergere di questo scandalo solleva questioni critiche relative alla sicurezza nazionale e alla protezione dei dati sensibili. La vendita illecita di informazioni riservate potrebbe infatti compromettere importanti transazioni finanziarie e mettere a rischio gli investimenti nel paese. La richiesta di un’inchiesta approfondita e trasparente appare come l’unico percorso possibile per ripristinare la fiducia e garantire la sicurezza nazionale.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2024 12:06

Berlusconi, nuovo patto tra i figli: cosa prevede l’accordo tra gli eredi

nl pixel