Il New York Time sul caso molesti sessuali in Google: la società avrebbe coperto almeno tre dirigenti tra cui Andy Rubin.

Continuano le inchieste del New York Times sullo scandalo molestie sessuali che ha investito Google. Stando al quotidiano, la nota azienda avrebbe coperto almeno altri tre dirigenti, tra cui Andy Rubin, l’ideatore di Android, il sistema operativo che ha rivoluzionato il mondo dei telefoni cellulari e del mobile.

NYT – Google, il caso Rubin: ha lasciato la società nel 2014 con una buonuscita da 90 milioni di dollari nonostante l’accusa di una dipendente

Accusato di molestie sessuali da una dipendente, Rubin è uscito dalla società nel 2014 ricevendo una buonuscita da novanta milioni di dollari circa, che il NYT ha messo nel mirino. Non c’è chi esclude infatti che si sia trattata di una ricca risoluzione del problema per evitare che il caso, qualora confermato, potesse macchiare l’azienda. Ovviamente siamo nel campo delle ipotesi e dell’inchiesta giornalistica. Il polverone mediatico di certo non sta aiutando l’andamento in Borsa della società che continua a perdere punti (e quindi milioni).

Google
Fonte foto: https://www.facebook.com/pensagrafica/?tn-str=k%2AF

Google conferma la linea dura: licenziati quarantotto dipendenti, tra cui tredici dirigenti, per presunte molestie sessuali

Google ha deciso di non commentare nello specifico la notizia riportata dal New York Times ma ha informato i propri di aver licenziato in due anni ben quarantotto dipendenti, inclusi tredici alti dirigenti per presunte molestie sessuali. Dai vertici della società sottolineano dunque il loro impegno contro la violenza sulle donne e fanno sapere di essere pronti ad adottare una linea ancora più dura in caso di comportamenti inappropriati.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
esteri google New York Times

ultimo aggiornamento: 26-10-2018


Telefonata Trump-Conte: “D’accordo con linea dura dell’Italia sugli immigrati”

Cina, donna accoltella quattordici bambini vicino ad un asilo