Emergenza Covid, scatta l’allarme per variante sudafricana: i vaccini potrebbero non essere efficaci (o meno efficaci del previsto).

Ora si guarda con una certa preoccupazione alla variante sudafricana del Covid, che sembra muoversi alla velocità della variante inglese, quindi più rapidamente della forma tradizionale del nuovo coronavirus. La Gran Bretagna, direttamente interessata dalla variante inglese, è stata costretta a procedere con il terzo lockdown nella speranza di piegare la curva dei contagi. Il timore è che la variante sudafricana possa avere gli stessi effetti, quindi è necessario intercettarla prima che si diffonda. Anche perché ci sono dubbi sull’efficacia del vaccino.

Covid, la rapidità di diffusione della variante sudafricana

La variante sudafricana del Covid, la 501.V2 potrebbe diffondersi alla velocità di quella inglese e potrebbe essere più resistente al vaccino. L’allarme, come riferito da la Repubblica, arriva dal Professor Bell, componente della task force che assiste il governo di Londra durante l’emergenza coronavirus.

Coronavirus
Coronavirus

L’allarme dalla Gran Bretagna: i vaccini potrebbero non essere efficaci

Il nodo è legato al fatto che la variante sudafricana sarebbe caratterizzata da una differenza sostanziale nelle proteina utilizzata dal vaccino per produrre anticorpi. Quindi cambiando la struttura della proteina il vaccino potrebbe essere poco efficace se non addirittura del tutto inefficace. L’ipotesi è che i vaccini approvati e quelli in via di approvazione garantiscano comunque una copertura considerevole, ma ovviamente per una risposta ufficiale si dovranno attendere i risultati degli studi in corso. Realisticamente parlando, concordano gli esperti, è che i vaccini possano rivelarsi meno efficaci del previsto. Non del tutto inefficaci quindi.

Vaccino coronavirus
Vaccino coronavirus

Cosa ci dicono le evidenze scientifiche

Ci sono però le buone notizie che arrivano dalle evidenze scientifiche. Fino a questo momento sono state registrate diverse varianti del coronavirus e per tutte i vaccini si sono rivelati efficaci. È difficile quindi che il nuovo virus muti in maniera tale da rendere inefficaci i vaccini. Quindi, riassumendo il concetto, nel corso dei prossimi mesi potrebbero emergere delle varianti non coperte dal vaccino, ma si tratterebbe di poche eccezioni che andranno isolate in tempi brevi per evitarne la diffusione.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
coronavirus cronaca primo piano vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 05-01-2021


Coprifuoco, ristoranti e spostamenti, cosa cambia dal 7 gennaio

Maltempo in Italia, frana colpisce un albergo a Bolzano