Lo scontro tra centrodestra e centrosinistra è capeggiato da Meloni e Letta.

I due leader dei primi due partiti e leader delle coalizioni infiammano la campagna elettorale. Ieri il segretario del Pd ha criticato Giorgia Meloni. “Sta cercando di cambiare immagine, di incipriarsi, ma mi sembra una posizione molto delicata, se i punti di riferimento sono Orban”, ha detto Enrico Letta. Non è mancata la pronta risposta della leader di Fratelli d’Italia che accusa l’avversario di misoginia. “Caro Letta, al netto della misoginia che questa frase tradisce e dell’idea secondo la quale una donna dovrebbe essere attenta solo a trucchi e borsette, il vostro problema è che non ho bisogno di ‘incipriarmi’ per essere credibilescrive Meloni.

L’attacco di Letta è arrivato durante la conferenza stampa con +Europa che ha deciso di restare fedele al patto con il Pd siglato insieme ad Azione che si è defilata. Il segretario dem ha attaccato Meloni dicendo che la sua strategia sulla politica estera “È un modo per rifarsi l’immagine ma c’è differenza con il discorso in Spagna per la candidata di Vox, era un’altra storia. Suggerirei che non si faccia un discorso per il pubblico spagnolo e uno in Italia, ognuno di noi ha una faccia sola”.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Accuse di incoerenza tra i due leader

Poi ha continuato dicendo: “L’idea d’Italia delle destre non è la nostra ed è pericolosa per il nostro Paese, che è il cuore dell’Europa e noi intendiamo far sì che l’Italia rimanga il cuore dell’Europa“. Letta ha così ribadito il suo europeismo in contrasto con le posizioni dell’avversaria vicine a personaggi come il premier polacco e ungherese.

La replica di Giorgia Meloni arriva con un post su Facebook “Il segretario del Pd, Enrico Letta attacca il posizionamento in politica estera di Fratelli d’Italia e dice che ‘Giorgia Meloni sta cercando di incipriarsi’. La posizione di Fratelli d’Italia in politica estera è coerente ed estremamente chiara. E ha come stella polare la difesa dell’interesse nazionale italiano”. Inoltre, la leader di FdI critica a Letta l’incoerenza di aver stretto un patto con Verdi e Fratoianni contrari all’invio di armi in Ucraina e anti-Nato. “E non accettiamo lezioni da chi si erge a paladino dell’atlantismo, ma poi stringe patti con la sinistra radicale nostalgica dell’Urss. Noi non abbiamo bisogno della cipria, mentre voi non riuscireste a coprire le vostre contraddizioni neanche con lo stucco”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 11-08-2022


Renzi: “Il terzo polo sottrae voti sia a Pd che a FI”

Meloni condanna il fascismo: “Nessuna ambiguità”