Venezuela, tensione al confine con il Brasile: uccisi due indigeni

Venezuela, tensione al confine con il Brasile: almeno 25 morti in 48 ore

Alta tensione al confine tra Brasile e Venezuela. I primi dati ufficiali parlano di almeno 25 vittime in 48 ore ma il bilancio sembra destinato a salire.

CARACAS (VENEZUELA) – La tensione in Venezuela continua ad essere molto alta. Il deputato Americo De Grazia ha parlato di scontri al confine con il Brasile tra la popolazione indigena e i militari guidati da Maduro. I cittadini si sarebbero opposti alla decisione da parte del leader chavista di vietare il passaggio agli aiuti umanitari. Il bilancio di questi primi scontri è di venticinque morti e diversi feriti.

Una situazione che rende ancora più tesi i rapporti tra Russia e Stati Uniti. Nella giornata odierna (22 febbraio 2019) Mosca ha accusato gli americani di voler armare gli oppositori di Maduro per cercare un’azione militare in Venezuela. Intenzione mai realmente confermata dalla Casa Bianca che continua a seguire la vicenda con molta attenzione in attesa di riuscire a trovare una soluzione.

Venezuela
fonte foto https://twitter.com/J_2Tha_J

Venezuela, Maduro vieta l’ingresso agli aiuti umanitari. Chiuso il confine con il Brasile

La situazione in Venezuela continua ad essere sempre più drammatica. I viveri e le risorse mediche nel Paese sono ormai arrivati quasi al limite ma il presidente Nicolas Maduro non ha nessuna intenzione di consentire ai camion con gli aiuti umanitari di varcare il confine. Il motivo? Per il leader chavista non esiste nessuna situazione di emergenza.

Proprio per questa ragione ha inviato i militari al confine con il Brasile. La presenza dell’Esercito non è piaciuta alla popolazione indigena che vive in quella zona. Gli scontri tra gli abitanti e le forze armate guidate da Maduro hanno provocato la morte di venticinque civili in meno di 48 ore mentre altre 14 persone sono rimaste ferite. Un bilancio che sembra destinato a salire nei prossimi giorni visto che una tregua in questo momento non sembra proprio possibile.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/ricettacolo/

ultimo aggiornamento: 25-02-2019

X