Scontri Inter-Napoli, Luca Da Ros ritorna libero

Le indagini sugli scontri prima di Inter-Napoli non si fermano. La Procura ha revocato la misura cautelare dei domiciliari per Luca Da Ros.

MILANO – Ennesima svolta nelle indagini sugli scontri prima di Inter-Napoli. La Procura di Milano ha deciso per la revoca della misura cautelare dei domiciliari per Luca Da Ros. Il tifoso interista ritorna in libertà

Scontri Inter-Napoli, domiciliari per Da Ros

Nel gennaio 2019 i magistrati avevano deciso per la scarcerazione Luca Da Ros per aver collaborato con gli inquirenti ricostruendo cosa è accaduto quella sera ma il suo legale non vuole sentire parlare di “pentito“.

Luca – riferisce l’avvocato riportato da Repubblica ha raccontato che l’investimento di Belardinelli si sarebbe verificato con le prime auto che sono passate e dunque prima degli scontri. I primi a soccorrerlo sono stati i tifosi napoletani che lo hanno spostato dalla carreggiata e portato verso un parchetto. In quel momento entrambe le tifoserie chiedevano di fermarsi“.

Proprio per questo motivo la Procura di Milano ha dato l’ok per la scarcerazione di Luca Dal Ros che ora si trova ai domiciliari. Il GIP – come riporta l’ANSA – ha rivelato che in questi ultimi giorni il 21enne ha ricevuto minacce da parte di diverse persone per la sua omertà.

Tribunale Milano
Tribunale di Milano (fonte foto https://www.facebook.com/Dj.Riccio90)

Scontri Inter-Napoli, le indagini sono ad un punto di svolta: identificato il conducente della vettura

Le indagini sulla morte di Daniele Belardinelli e gli scontri prima di Inter-Napoli sembrano essere molto vicine alla svolta. L’identificazione del ragazzo alla guida della vettura che ha investito il tifoso di Varese potrebbe essere decisivo per capire meglio la dinamica della vicenda. Nelle prossime ore il 25enne napoletano sarà ascoltato dai magistrati e dovrà raccontare come si è svolta realmente la vicenda.

Gli investigatori intanto continuano a identificare gli altri partecipanti alla rissa. Sul registro degli indagati al momento sono stati iscritti una ventina di persone ma nelle prossime ore il numero potrebbe superare anche i cento visto che la Procura è molto vicina a completare il lavoro di capire chi ha partecipato quella sera agli scontri che hanno caratterizzato la città di Milano.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Dj.Riccio90

ultimo aggiornamento: 11-02-2019

X