Salvini rilancia il decreto Sicurezza bis, intanto è (di nuovo) scontro col ministro Trenta

Difesa, è scontro tra Matteo Salvini e il Ministro Trenta sul Capo di stato maggiore della Difesa. Il leader della Lega rilancia intanto il decreto Sicurezza Bis.

Matteo Salvini riporta il decreto Sicurezza Bis in Consiglio dei Ministri ma è scontro con il Movimento Cinque Stelle. O meglio con l Ministro della Difesa Elisabetta Trenta. Il leader della Lega e il titolare del Ministero avrebbero infatti idee differenti su chi debba comandare la Marina.

Scontro tra Salvini e Trenta sul nuovo Capo di stato maggiore della Marina

Il problema nasce dall’uomo che dovrà prendere il posto di Capo di stato maggiore della Marina. I candidati sono quattro ammiragli, Salvini e la Trenta puntano su due nomi differenti.

La questione ovviamente non è di poco conto. La Marina svolge infatti un ruolo fondamentale nel grande scacchiere delle operazioni legate al soccorso (o al non soccorso) dei migranti in mare. Per il ministro Trenta servirebbe un uomo in grado di passarsi una mano sulla coscienza, per Salvini servirebbe un uomo tutto d’un pezzo, pronto e disposto ad eseguire gli ordini.

Matteo Salvini
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

I nomi in ballo: tra i due litiganti c’è anche il nome del candidato del premier Conte

L’uomo forte della Trenta sarebbe Paolo Treu, Sottocapo di Stato Maggiore con un curriculum di tutto rispetto che ne fa un uomo particolarmente apprezzato anche dai suoi colleghi.

Il nome caldo di Matteo Salvini è quello di Giuseppe Cavo Dragone, una vera e propria istituzione nel mondo della Marina ma anche dell’Esercito e dell’Aviazione. Si tratta di un volto e un nome noto nell’ambiente ma il suo sponsor, quello di Salvini, sarebbe meno influente di quello del suo contendente, spinto direttamente dal ministro della Difesa.

L’outsider è Donato Marzano, anche lui accompagnato da un curriculum di tutto rispetto. La sua candidatura è calda ma rappresenterebbe la seconda scelta della Trenta, magari quella del compromesso con Matteo Salvini.

Ma non è tutto. In corsa c’è anche un quarto nome, quello di Carlo Massagli, che invece gode del sostegno del premier Giuseppe Conte. Il suo nome è sicuramente in cima alla lista in quanto non si esclude che il capo del governo possa stroncare la disputa tra Salvini e Trenta imponendo il suo prescelto.

Giuseppe Conte
Roma 20/06/2018 – Il Presidente del Consiglio dei Ministri incontra il Presidente del Consiglio Europeo / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Gli scontri tra Salvini e Trenta e il ruolo fondamentale della Marina anche in vista del Decreto Sicurezza Bis

Di fatto sono i nodi che vengono al pettine. In diverse occasioni nelle ultime settimane, mentre Salvini dichiarava guerra alle Ong e continuava a promuovere la politica dei porti chiusi contro gli scafisti, navi della Marina Militare italiana, che rispondono a Elisabbetta Trenta, si rendevano protagoniste di salvataggi al largo delle coste della Libia. Creando non poco imbarazzo all’interno del governo.

Matteo Salvini
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

Salvini rilancia il decreto Sicurezza Bis in Consiglio dei Ministri

Intanto, dopo la lunga serie di bocciature, inclusa quella dell’Onu, Matteo Salvini è pronto a ripresentare il Decreto Sicurezza Bis in Consiglio dei Ministri per strappare a Conte il definitivo via libera all’iter della nuova norme che si occuperà di legalità e immigrazione andando a completare il primo decreto sicurezza (cosa prevede il decreto Sicurezza Bis).

ultimo aggiornamento: 11-06-2019

X