Ecco su cosa puntare quando si è alla ricerca di uno scooter elettrico nel 2021: i modelli migliori da prendere in considerazione e quanto costano.

Ormai tutte le maggiori case automobilistiche e motociclistiche stanno puntando sull’elettrico, in particolare per la mobilità green e per abbattere le emissioni inquinanti. Oltre alle auto quindi sono disponibili sul mercato diversi modelli di scooter elettrico, che stanno sempre di più acquisendo una fetta importante di preferenza da parte degli acquirenti, che vogliono un mezzo all’avanguardia in tutti i sensi per spostarsi, in particolare in città. Ci sono inoltre diversi sconti, che corrispondono agli ecoincentivi, che fanno sempre più propendere verso questo tipo di veicolo. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere.

Perché acquistare un motorino elettrico

Come detto, acquistare uno scooter elettrico è diventato sempre più comune, in particolare nel periodo post lockdown dovuto alla pandemia da Covid-19 le vendite sono molto aumentate. Questo è stato dovuto anche alla presenza degli ecoincentivi, che hanno favorito l’acquisto sia di auto sia di mezzi a due ruote elettrici (di diverso genere, esistono diversi tipi di auto elettriche e mezzi simili). Uno dei motivi per acquistare un mezzo del genere è il fatto di pagare poco, e poi che essi possono essere guidabili da persone che possiedono la patente A1, ovvero quella che permette di guidare la cilindrata 125, di cui molti modelli elettrici di scooter sono equiparabili. Ovviamente ci sono anche modelli che sono 50cc.

Bolli scooter
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/vespa-a-rulli-motor-scooter-culto-1495479/

Si prendono in esame quindi la categoria di scooter denominata L3e-A1, che si possono guidare a partire da 16 anni se si possiede la patente A1 o anche a 18 con la patente B.

I vantaggi dei motorini elettrici

Come detto, ci sono diversi vantaggi nello scegliere i ciclomotori elettrici, in primis per gli ecobonus e quindi l’economicità. La mobilità cittadini versatile e green è un altro, anche perché per piccoli spostamenti per una città si usa volentieri un veicolo di questo genere.

Un altro pro è l’autonomia che ha un mezzo a due ruote elettrico, che è in media di 80, 100 chilometri per ricarica. Meglio ancora se il modello ha il sistema di recupero dell’energia elettrica in frenata, che quindi fa durare di più la batteria. Quindi in questo modo è possibile usare lo scooter senza ricaricarlo per tre giorni in media.

La manutenzione si effettua in maniera differente rispetto agli scooter a benzina, in modo più facile. L’assicurazione e il bollo sono agevolati, e si può accedere anche nelle zone a traffico limitato in diverse città (bisogna vedere però il comune di riferimento, per essere sicuri). Inoltre alcuni modelli hanno anche la batteria staccabili, così da metterla in ricarica in una presa domestica. E per quanto riguarda

Scooter elettrici: i prezzi e i modelli migliori

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/vespa-a-rulli-motor-scooter-culto-1495479/


Monaco, individuato il problema che ha costretto Leclerc al ritiro

Leclerc sul GP di Monaco: “Fa ancora male”