Scoperta una nuova droga, bastano 25 mg per morire

I NAS hanno sequestrato una nuova droga killer. Bastano 25 mg per morire con questa sostanza a base di Fentanyl.

ROMA – Blitz dei NAS nel Centro Italia per sequestrare un nuovo tipo di droga. Stiamo parlando di una sostanza a base di Fentanyl che può avere effetti devastanti nell’uomo. Secondo quanto scoperto dagli inquirenti i 20 grammi trovati provenivano dall’estero ed erano indirizzati in una città del nostro Paese.

Le indagini dei carabinieri hanno portato al sequestro di questa droga. I NAS lavorano per capire individuare altre sostanze simili in giro. Infatti molti ragazzi sono finiti in ospedale proprio per aver fatto uso della miscela stupefacente. I giovani non rispondevano alle cure per l’eroina e per questo è stata aperta un’inchiesta che ha portato alla scoperta della droga. Nelle prossime settimana verrà inserita nelle tabelle ministeriali.

Carabinieri
Pattuglia dei carabinieri (fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Nuova droga trovata in Italia, si tratta di una sostanza che potrebbe essere letale

Gli inquirenti – come riporta Repubblica – la definiscono come una sostanza economica e letale: “In confronto l’eroina è ‘acqua fresca’, anzi, proprio per il suo costo molto basso, in alcuni casi viene venduta dai pusher a giovani convinti di comprare eroina“.

La chiamano – precisa il generale Adelmo Lusi, comandante dei NAS – impropriamente eroina sintetica per il tipo di effetto psicotropo simile, ma dal punto di vista della tossicità è molto peggio. Con 25 milligrammi di eroina ci si sballa, con 25 mg di simil-fentanyl, come quello appena sequestrato, si muore“.

Una nuova droga scoperta in Italia a base di fentanyl che potrebbe essere davvero letale. Gli inquirenti hanno sequestrato una prima sostanza e le indagini proseguono per cercare di mettere fine ad un giro che nei prossimi anni rischia di avere impatto fatale sulla vita di molti giovani che decidono di farne uso. I NAS al lavoro per ritirare più fentanyl possibile in poco tempo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 25-02-2019

X