A Bologna scritta contro Salvini. L’ex ministro: “Mi aspetto reazioni”. Bonaccini: “Frase inaccettabile. Gli avversari non si minacciano”.

BOLOGNA – A Bologna una scritta contro Salvini. Sui muri della città felsinea è apparsa la frase: “Soprattutto spara a Salvini”. La notizia è stata resa nota dallo stesso ex ministro dell’Interno con un post su Twitter.

“Idiota all’opera a Bologna: ‘Soprattutto spara a Salvini’. Però saremmo noi a seminare odio… Mi aspetto la reazione indignata di tantissimi intellettuali di sinistra. Secondo voi quanti di loro diranno qualcosa a riguardo?“.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Il governatore Bonaccini condanna la frase: “E’ inaccettabile”

La reazione, al momento, non è arrivata dal Nazareno o dal M5s ma dal governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che ha condannato quanto avvenuto a Bologna. “Mi indigno io Matteo – la replica del presidente appena eletto – frase inaccettabile. Gli avversari si affrontano politicamente, non si minacciano“.

Sull’accaduto la Digos potrebbe aprire un’indagine per risalire ai responsabili di questa frase. Non è la prima volta che parole simili vengono scritte sui muri italiano. Gli inquirenti proveranno a trovare le persone che sono stati protagonisti della minaccia nei confronti dell’ex ministro dell’Interno. Netta la condanna del mondo politico con Bonaccini che ha espresso la propria solidarietà al leader della Lega.

Frase Salvini Bologna
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

I precedenti

Non è la prima volta che l’ex ministro dell’Interno viene preso di mira dalle frase sui muri. Questa volta a Bologna è comparsa la scritta “Soprattutto spara a Salvini“. A segnalarla è stato lo stesso leader della Lega chiedendo la reazione da parte degli altri politici.

In passato questi episodi sono stati condannati da tutti gli altri partiti. Nell’occasione di Bologna la solidarietà a Salvini è arrivata dal governatore Bonaccini che ha parlato di frase “inaccettabile”. La Digos ha aperto un’indagine per cercare di risalire ai responsabili di questa ‘minaccia’ scritta sui muri di Bologna.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial/

ultimo aggiornamento: 30-01-2020


Blitz di Salvini al citofono, aperta indagine interna su un maresciallo

Antisemitismo, Segre: “Qualcuno nega l’Olocausto”