Scuola, accordo raggiunto tra il governo e i sindacati. Revocato lo sciopero del 17 maggio

Il ministero dell’Istruzione ha raggiunto un accordo con i sindacati della scuola. Revocato lo sciopero del 17 maggio.

Dopo una notte di (duro) lavoro a Palazzo Chigi il governo ha trovato un accordo con i sindacati della scuola scongiurando il rischio del maxi sciopero del 17 maggio e soprattutto trovando una soluzione che dovrebbe migliorare le condizioni degli insegnanti italiani.

Vertice a Palazzo Chigi tra Conte, Bussetti e i vertici dei sindacati di categoria

Hanno partecipato alla lunga riunione il premier Giuseppe Conte, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e ovviamente i rappresentati dei sindacati di categoria.

Marco Bussetti
Fonte foto: https://www.facebook.com/marcobussettiofficial

Il ministro Bussetti: Insieme con i sindacati stiamo lavorando per il bene della scuola

Il ministro Bussetti, parlando ai microfoni dei giornalisti, ha svelato i punti salienti dell’accordo.

Il Ministro ha annunciato “più risorse per il prossimo rinnovo contrattuale, per garantire stipendi adeguati agli insegnanti“.

Chi insegna da più di 36 mesi avrà percorsi dedicati per l’immissione in ruolo. Sono due dei punti qualificanti dell’intesa. Ringrazio Giuseppe Conte per il supporto dato alla trattativa e ringrazio i sindacati. Insieme stiamo lavorando per il bene della scuola“, ha concluso Bussetti.

Giuseppe Conte: Notte impegnativa, istruzione e ricerca sono una priorità di questo governo

Anche il premier Giuseppe Conte ha celebrato il raggiungimento dell’accordo con un messaggio condiviso sulla propria pagina Facebook

“Giornata o, meglio, notte impegnativa. Sono le 6 del mattino e si è appena conclusa una riunione fiume con i sindacati del mondo della scuola: istruzione e ricerca sono un comparto strategico per il nostro Paese e una priorità di questo governo”.

ultimo aggiornamento: 24-04-2019

X