Dpcm Draghi, secondo Tuttoscuola 6 milioni di studenti potrebbero ritrovarsi in Dad da lunedì 8 marzo.

Alla luce delle indicazioni contenute nel nuovo dpcm sulla scuola, dalla giornata di lunedì 8 marzo, circa sei milioni di studenti italiani potrebbero ritrovarsi in Dad, quindi a dover fare i conti con la Didattica a distanza, un sistema che nel corso degli ultimi mesi ha mostrato tutti i suoi limiti e che colpevolmente non è stato potenziato. Tutti erano consapevoli dei limiti della Dad ma nessuno ha preso provvedimenti, evidentemente preferendo scommettere sul fatto che le scuole non sarebbero più state chiuse.

Dpcm Draghi, scuola chiuse nelle zone rosse e nelle zone ad alto rischio. Le regole

E invece con il dpcm del 2 marzo, che entrerà in vigore a partire dal 6 dello stesso mese, il governo Draghi dispone la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado nelle zone rosse. Non solo. Si può procedere anche con la chiusura delle scuole nelle zone ad alto rischio anche se si trovano in Regioni in zona Gialla o Arancione.

Andiamo a riassumere le regole così come comunicate sul sito di Palazzo Chigi.

Zone rosse – Dal 6 marzo, si prevede nelle zone rosse la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Zone arancioni e gialle – I Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica:

nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti;
nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni;
nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

Scuola
Scuola

Tuttoscuola, “Da lunedì 8 marzo Dad per 6 milioni di studenti italiani”

Stando alle stime di Tuttoscuola, da lunedì 8 marzo, alla luce delle indicazioni contenute nel nuovo Dpcm, sei milioni di studenti italiani rischiano di ritrovarsi in Dad. I dati forniscono una stima nel caso in cui scattasse la chiusura delle scuole in tutte le zone con più di 250 casi a settimana ogni 100.000 abitanti. Così come disposto dal governo con il decreto del 2 marzo.

Le chiusure nelle Regioni

Scuole chiese a Bolzano per l’ordinanza locale. Scuole chiuse anche in Lombardia (in Arancione scuro): in base all’ordinanza di Fontana restano aperti solo gli asili nido. Anche in Piemonte diversi Comuni hanno fatto ricorso alla Dad. In Liguria chiudono le scuole superiori mentre in Toscana chiudono tutte le scuole di ogni ordine e grado. Scuole chiuse anche in Abruzzo, mentre in Umbria restano chiuse le scuole nelle zone considerate a rischio. Nelle Marche scuole chiuse in Provincia di Ancona e in Provincia di Macerata. Nel Lazio scuole chiuse a Frosinone, zona Rossa. In Puglia Dad fino al 14 marzo, in Basilicata e in Molise scuole chiuse, così come in Calabria.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 07-03-2021


Bambino di 18 mesi investito dal padre. È morto

Festival di Sanremo, 13 milioni di spettatori nella prima parte