Scuola, le nuove linee guida per la didattica a distanza: da 10 a 20 ore a settimana.

ROMA – Scuola, stabilite le nuove linee guida per la didattica a distanza. Come riportato dal Corriere della Sera, sono state decise delle regole precise in caso di uno nuovo stop alla lezione in presenza per un lockdown oppure per la presenza di un focolaio nell’istituto.

Il Ministero ha inviato tutte le indicazioni ai dirigenti scolastici, al Consiglio Superiore dell’Istruzione e ai sindacati, anche se quest’ultimi si sono rifiutati di discutere il piano con la ministra Azzolina visto il poco tempo di preavviso.

Le nuove linee guida

Nella versione definitiva il Ministero ha deciso di lasciare libera scelta alla durata delle lezioni, ma sugli orari le indicazioni sono state precise. Per le classi prime della scuola primaria gli insegnanti devono dedicare agli alunni almeno 10 ore a settimana, 15 per tutte le altri classi delle elementari e medie.

Per le superiori l’orario minimo previsto è di 20 ore a settimana, ma si consiglia agli insegnanti di seguire l’orario intero di lavoro della classe salvo che la pianificazione di una diversa scansione temporale non sia motivata dalla specificità della metodologia d’uso. Si tratta, come detto, di indicazioni da utilizzare in caso di un nuovo lockdown o chiusura della scuola per nuovi focolai.

Compiti e interrogazioni

Nel documento sono previste anche indicazioni per compiti e interrogazioni. Si sconsiglia la produzione di materiali cartacei mentre si raccomandano le metodologie didattiche più centrate sugli alunni.

Per quanto riguarda la valutazione gli insegnanti non devono considerare il singolo prodotti, ma l’intero processo. I genitori dovranno essere informati in maniera tempestiva su orari e attività. Un’indicazione che vale soprattutto per gli alunni disabili o con bisogni educativi speciali. Si tratta di studenti a cui deve essere data una particolare attenzione, cosa non successa durante il primo lockdown.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca didattica a distanza evidenza politica scuola

ultimo aggiornamento: 30-07-2020


Coronavirus, cosa prevede il Dpcm del 31 luglio

Ragazza denuncia: “Sono stata picchiata da un giocatore “. Il legale dell’ex Fiorentina: “Legittima difesa”